Puglia Mon Amour



Discarica, Legambiente contesta la mancata chiusura PDF Stampa E-mail
Conversano - Attualità  /  Scritto da Redazione - Mercoledì 30 Giugno 2010 08:25

discaricamartucciMOLA - Continua la battaglia intrapresa da Legambiente di Mola  per la chiusura della discarica della Lombardi Ecologia, sita a Conversano in contrada Martucci. “I rifiuti arricchiscono (pochi), inquinano (tutto), consumano (risorse). Nichi Vendola ha prorogato ancora una volta la chiusura della discarica in contrada Martucci. Da lui ci aspettavamo maggiore attenzione, meno rifiuti” scrive in un comunicato Legambiente.





L’associazione ambientalista contesta la decisione di prorogare l'esercizio della discarica Lombardi assunta il 29 giugno 2010, con ordinanza n. 1 dal Presidente della Regione Nichi Vendola.

“Nell'ordinanza – osserva Legambiente–non viene mai citata la discarica in contrada Martucci e si fa riferimento soltanto all'impianto complesso a servizio del bacino BA5 costituito da linea di biostabilizzazione, selezione, produzione CDR e discarica di servizio-soccorso (l'ordine delle fasi è così riportato nell'ordinanza...). Nichi Vendola ha prorogato "quanto disposto con Ordinanza Commissariale n. 80 del 30/12/2009 per un periodo di 180 (centottanta) giorni" in seguito alla "decisione del Consiglio di Stato n. 3634 del 08/06/2010, con la quale si accoglie la richiesta di annullamento della gara della CO.GE.AM, rimozione di tutti gli atti assunti successivamente, e per effetto, riprendono vita i provvedimenti annullati dalla succitata sentenza TAR Puglia." “Tanto –conclude il comunicato di Legambiente– è stato ritenuto necessario dal Presidente della Regione Puglia "Nelle more dell'espletamento degli effetti della sentenza de Consiglio di Stato n. 3634 precedentemente citata" e di "prorogare quanto disposto dall'Ordinanza commissariale n. 80 del 30/12/2009, al fine di evitare pericolasa soluzione di continuità nella gestione del ciclo dei rifiuti urbani del bacino BA5 e scongiurare potenziali crisi igienico-sanitarie.".

Legambiente esprime perplessità su quanto contenuto nei precedenti atti con cui fu procrastinata la chiusura dell’impianto: “La determinazione del dirigente del Servizio Ecologia del 30 dicembre 2009, con cui fu rinviata la chiusura della discarica Lombardi Ecologia srl, in contrada Martucci, e che ieri è stata prorogata di altri 180 giorni, afferma quanto segue: "(...) i conferimenti al III lotto di discarica dovranno terminare entro la data di avvio del nuovo impianto a regime a servizio dell’ATO BA/5 e, comunque, al completamento della sagomatura e, quindi, del raggiungimento delle quote autorizzate." Ma queste quote chi le controlla visto che nel 2008 la Lombardi Ecologia ha dichiarato un volume residuo in discarica di 150.000 m3 e sa allora sono stati scaricati oltre 300.000 m3 nella discarica? Di fatto l’autorizzazione integrata ambientale rilasciata alla Lombardi Ecologia con deliberazione del dirigente del Settore Servizio Ecologia della Regione Puglia n. 599/2009 continua ad essere disattesa e non viene rispettata dal gestore della discarica”.

Legambiente invita tutti ad aderire all’appello per la chiusura della discarica. Basta inviare un email con cognome, nome ed indirizzo di residenza a: appellochiusuradiscarica@legambientemola.it.

 

 

 

Commenta la notizia - Regolamento


Consigliati