Vitali commissario di Forza Italia in Puglia: i fittiani non saranno discriminati PDF Stampa E-mail
Notizie - Dalla Puglia  /  Scritto da Redazione - Giovedì 19 Febbraio 2015 12:33

vitali-luigiL'ex sottosegretario alla Giustizia, Luigi Vitali, è stato nominato da Berlusconi commissario di Forza Italia in Puglia. Sarà lui dunque a gestire le candidature per le prossime regionali. Una scelta che è apparsa come uno schiaffo dato dal cavaliere a Fitto che, dopo la nomina di Vitali, ha definito la scelta come “l’ennesimo errore” commesso da Berlusconi- In una intervista a Radionorba, rilasciata lunedì scorso, Vitali aveva escluso l'ipotesi di una indiscriminata eliminazione dalle liste per le regionali di personalità vicine a Fitto qualora fosse stato nominato commissario di Forza Italia in Puglia. "A proposito delle voci su una imminente nomina a Commissario ricordo che si diceva pure che sarei potuto essere il candidato presidente della Regione- aveva affermato Vitali - se dovessi essere nominato commissario non farei il discorso dei fittiani, perche' fino a
quando si sta nel partito siamo tutti di Forza Italia. Non mi sento di dover competere con i fittiani o con altre figure di persone. Io devo competere per vincere alla Regione con il centrodestra e battere Michele Emiliano. E quello sarebbe l'obiettivo del presidente Berlusconi e di tutti i dirigenti di
Forza Italia".
"Io con Fitto - aveva continuato Vitali - ho un ottimo rapporto, sono stato un suo sostenitore alle
europee, per ultimo, l'ho sempre sostenuto anche in altre battaglie, in altre questioni. Poi chiaramente lui da qualche mese a questa parte ha preso un percorso che io molto chiaramente gli ho detto che non condividevo per i modi e per i tempi, perche' io sono assolutamente favorevole alla
meritocrazia, alla selezione della classe dirigente con il consenso. Per cui, come sempre nel mio costume, ho detto apertamente a Raffaele che non lo seguivo in questo percorso e lui chiaramente non mi ha coinvolto nelle iniziative che ha fatto da sei o sette mesi a questa parte. Poi non c'e' stata
piu' occasione di sentirci. Ci siamo visti l'ultima volta quando ho organizzato una manifestazione a Brindisi un mese, un mese e mezzo fa. Lui e' venuto, il cinema era assolutamente
stracolmo di persone. Poi l’ho incrociato giovedi' scorso perche' abitiamo a Roma piu' o meno dalle stesse parti, io andavo a casa e lui usciva da casa, e ci siamo fermati pochi secondi per
salutarci e scambiarci qualche battuta. Questo il rapporto allo stato attuale con Raffaele Fitto"

 

Commenta la notizia - Regolamento


Consigliati