Puglia Mon Amour



Cronaca
La guardia costiera sanziona sei gestori non autorizzati di rifiuti speciali PDF Stampa E-mail
Monopoli - Cronaca
Scritto da Redazione   
Martedì 16 Gennaio 2018 10:26

rifiuti specialiMONOPOLI - Il personale della Guardia Costiera di Monopoli del Nucleo Operativo di Polizia Ambientale della Direzione Marittima di Bari, a seguito di una precedente attività d’indagine conclusasi con la segnalazione alla Procura della Repubblica di Bari di n. 6 soggetti resisi responsabili di reati previsti dal Codice dell’Ambiente, ha provveduto nella giornata di oggi a notificare agli stessi altrettanti verbali per un importo totale di Euro 39.000 di sanzione. In sostanza, era stato già accertato che i soggetti sanzionati, in concorso tra loro, avevano trasportato e smaltito illecitamente una notevole quantità di rifiuti speciali non pericolosi senza essere iscritti nell’apposita sezione dell’Albo Nazionale dei Gestori Ambientali e, quindi, in violazione delle specifiche norme del Codice dell’Ambiente. I rifiuti speciali erano stati prodotti da attività varie svolte nel porto di Monopoli, e in località “Cala Paura” del Comune di Polignano a Mare, tra cui quella di costruzione e demolizione di opere edili. È importante sottolineare come, in questa occasione, sia stata applicata la possibilità offerta dalla normativa vigente di poter estinguere ipotesi di reato in materia ambientale ammettendo i responsabili al pagamento di una sanzione pecuniaria da effettuare entro un certo termine, in questo caso 30 giorni, regolarizzando in questo modo la propria posizione. Nel caso in cui gli interessati non dovessero regolarizzare l’illecito in questo modo, l’Autorità Giudiziaria darà seguito ai procedimenti penali in corso, procedendo all’applicazione di sanzioni accessorie che, in questo caso, prevedono anche il sequestro e la successiva confisca dei mezzi pesanti utilizzati per il trasporto dei rifiuti speciali oggetto dell’illecito. E’ ovvio che questa procedura è applicabile a chi non ha arrecato alle risorse ambientali un danno particolarmente grave o comunque un pericolo concreto e attuale.





 
Bullo 15enne di un Istituto Professionale arrestato per spaccio ed estorsione [VIDEO] PDF Stampa E-mail
Monopoli - Cronaca
Scritto da Redazione   
Sabato 13 Gennaio 2018 12:45
 
Arrestato ricercato in tutta Europa scovato in un seminterrato PDF Stampa E-mail
Monopoli - Cronaca
Scritto da Redazione   
Sabato 06 Gennaio 2018 11:26
 
Sequestrati fuochi pirotecnici. Una persona denunciata PDF Stampa E-mail
Monopoli - Cronaca
Scritto da Redazione   
Martedì 19 Dicembre 2017 12:24
 
Capitolo, sigilli al ristorante. Era abusivo PDF Stampa E-mail
Monopoli - Cronaca
Scritto da Redazione   
Mercoledì 13 Dicembre 2017 12:06

Senza titolo1MONOPOLI - Il personale della Guardia Costiera del Nucleo Operativo di Polizia Ambientale della Direzione Marittima di Bari, a seguito di un’accurata attività di indagine e di controllo del territorio, ha posto sotto sequestro sul litorale a sud di Bari, e più precisamente in località “Capitolo” del Comune di Monopoli, un’area demaniale marittima di circa 1000 mq. costituita da due edifici adibiti rispettivamente a bar e a ristorante, con annesse aree asservite.

Il sequestro si è reso necessario a seguito dell’accertamento di reati in campo edilizio ed ambientale. In particolare, il personale del Nucleo Operativo di Polizia Ambientale della Guardia Costiera ha accertato l’abusiva realizzazione, in un’area sottoposta a vincolo paesaggistico, di un manufatto in cemento (successivamente adibito a bar) di dimensioni raddoppiate rispetto a quelle autorizzate, nonché la realizzazione, su un’area esterna asservita allo stesso bar, di due locali chiusi adibiti rispettivamente a deposito e a zona ristoro e attività ricreative, vista la presenza anche di slot machine.

È stato accertato, inoltre, che anche la struttura destinata a ristorante è stata realizzata senza tenere in alcun conto le numerose prescrizioni imposte dalla Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici di Bari: tali prescrizioni prevedevano infatti che l’area destinata alla ristorazione dovesse presentarsi come area totalmente scoperta, mentre all’atto del controllo è risultata occupata da un locale completamente chiuso.

Inoltre sull’area esterna, realizzata direttamente sulla scogliera, è stata accertata la presenza di un battuto di cemento piastrellato che ha vistosamente deturpato uno dei tratti di scogliera più caratteristici del litorale monopolitano, a cui si è aggiunta una pedana in legno ancorata agli scogli, anch’essa abusiva, la cui vernice, a causa dell’azione erosiva del mare, sta lentamente distaccandosi confluendo in mare ed inquinando lo specchio acqueo antistante.





 
Auto in fiamme su via Vittorio Veneto PDF Stampa E-mail
Monopoli - Cronaca
Scritto da S.A.   
Giovedì 07 Dicembre 2017 14:37
 
Accoltellata moglie e figlia di 10 anni. Arrestato PDF Stampa E-mail
Monopoli - Cronaca
Scritto da Redazione   
Giovedì 16 Novembre 2017 14:44
 
Controlli serrati nella notte di Halloween PDF Stampa E-mail
Monopoli - Cronaca
Scritto da Redazione   
Venerdì 03 Novembre 2017 14:04

Guardia di FinanzaMONOPOLI - I Finanzieri della Compagnia di Monopoli, nell’ambito dell’attività volta al contrasto del consumo e spaccio di sostanze stupefacenti, hanno messo in atto una serie di controlli, anche con l’ausilio delle unità cinofile del Corpo, nei confronti della “movida” monopolitana. L’attività, svolta durante le prime ore della notte di Halloween, è stata caratterizzata da un massiccio intervento, nell’ambito del quale sono stati eseguiti controlli su un centinaio di autovetture e circa trecento giovani, che ha permesso di segnalare numerosi soggetti per detenzione per uso personale di sostanze stupefacenti al competente Ufficio Prefettizio e l’arresto di uno spacciatore resosi responsabile, anche, di resistenza a pubblico ufficiale. L’arrestato, un giovane polignanese di 25 anni, nel tentativo di sottrarsi ai controlli di polizia, ha messo a repentaglio la sicurezza stradale e quella dei militari che avevano intimato l’alt. Lo stesso, rivelatosi uno spacciatore, aveva cercato, inoltre, di ingurgitare le diverse dosi di stupefacente detenute. L’azione ispettiva, indirizzata anche alla tutela della sicurezza stradale, ha permesso di denunciare una persona che guidava un autoveicolo sotto l’effetto di sostanze stupefacenti, al quale è stata sospesa la patente di guida per un anno e comminata una sanzione amministrativa per 1.600,00 €uro. In totale, sono state segnalate n. 21 persone all’Autorità Prefettizia per detenzione ed uso personale di sostanze stupefacenti e sequestrati 2,00 g. di cocaina, 28,10 g. di marijuana, 28,30 g. di hashish, n. 05 “spinelli” già preconfezionati, il denaro contante – frutto dello spaccio, n. 01 cellulare e n. 01 autovettura .





 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 104