Il mercato del sesso virtuale PDF Stampa E-mail
Polignano a Mare - Attualità  /  Scritto da Redazione - Martedì 06 Luglio 2010 09:42
francescasPOLIGNANO - Come Tebe era definita la città delle cento porte, altrettanto, con una metafora virtuale, potremmo definire internet. Sebbene queste "porte" in realtà siano infinitamente di più. Porte che si intrecciano  ma che dietro ogniuna di esse si nasconde la ricerca del sesso, della propria soddisfazione egotistica. Una psicologa polignanese, Tiziana Nistrio, ha creato il falso profilo di Francescas Silvestris.
Francescas è una "donna sirena" che ha la capacità con messaggi che  lancia attraverso le sue foto, di coinvolgere e calamitare l'attenzione  di chi viaggia nella rete. in pochissimo tempo su Facebook ha collezionato migliaia di contatti. Al punto che ha dovuto aprire una seconda casella di posta per riuscire a gestirli. Su Fax, in esclusiva, abbiamo pubblicato questa settimana tutta la storia. Ora pubblichiamo il profilo scientifico sul lavoro di Tiziana.

Facebook: la città delle 100 porte

Il mercato del sesso virtuale è paragonabile a LUXOR (Tebe), che Omero nell’Illiade chiamò “La città delle 100 porte”.





Entrare con un profilo sul network più popolare del momento, face book, è tecnicamente semplicissimo. Eppure appena ne superi la soglia e sei “dentro” il virtuale si rappresenta come un lungo corridoio ai cui lati ci sono le 100 porte di Luxor: ogni porta che si decide di aprire è l’inizio di un viaggio che ti porterà in qualche luogo familiare o del tutto sconosciuto. E tu scegli dove andare. In questa mia ricerca ho voluto aprire le porte metaforiche del sesso virtuale e dell’amore virtuale, due dimensioni che si stanno traducendo in un vero fenomeno sociale.

Perché sempre più gente “tradisce”  virtualmente  o si “innamora” virtualmente? Perché la seduzione di un’immagine statica come una foto e poche parole scritte in  sbacheca hanno un potere evocativo cosi forte? Qual è la forza del virtuale?

Apri un profilo come se fosse un banco al mercato e “vendi” la tua immagine seguendo semplicemente ed inconsapevolmente le stesse leggi che regolano il mercato economico. Il gioco delle illusioni si dispiega in tutta la sua forza, l’immaginario e l’immaginifico trovano forma e si intersecano. È un gioco di raffinate seduzioni che fa leva sulle inconsce dimensioni umane.

Nel mio studio ho analizzato circa 6000 profili e ho trovato un filo conduttore che è straordinariamente destabilizzante sul piano sociale ma perfettamente spiegabile su quello motivazionale ed inconscio. Una  contraddizione solo apparente  che evidenzia ancora una volta come sia “disumana” la condizione del vivere reale che bandisce dal mercato ogni forma di ambivalenza e di coesistenza degli opposti. Il mercato del sesso virtuale è l’altra “faccia della medaglia” perché permette alle persone di proiettare nel virtuale le proprie parti “nere” costrette ad essere taciute nella normale vita quotidiana.

 

ipotesi di lavoro e selezione delle variabili

1.CARATTERISTICHE DEL PROFILO DI FRANCESCA

 

LA SIRENA

Tutti noi disponiamo del poter di attrarre, di quella capacità di attirare a noi gli altri e di mantenerli sotto il nostro incantesimo. Robert GREENE  ha individuato diverse e specifiche tipologie di “personalità seduttiva”:ognuno può identificarsi naturalmente con una di esse ed utilizzare specifiche tecniche per enfatizzare e sviluppare le proprie qualità latenti.

La seduzione , pertanto, è un tratto caratteristico che nasce dal profondo ed agisce da catalizzatore, tratto che può essere enfatizzato e raffinato da tecniche specifiche.

Per Francesca ho privilegiato “LA PERSONALITA’ SEDUTTIVA DELLA SIRENA “ , essendo caratterizzato da potenti energie sessuali. Ho pensato a FRANCESCA come ad’un ombra dotata di profondità e mistero.

Spesso  un uomo si sente oppresso dal ruolo che deve interpretare, costretto ad essere sempre razionale e responsabile. La Sirena è la fantasia maschile suprema , perché offre liberazione totale dai limiti della vita. La sua presenza è sempre intensa e carica di sensualità e trasporta il maschio in un mondo di puro piacere. La Sirena è pericolosa e nell’inseguirla l’uno rischia di perdere il controllo di sé, una condizione a cui, di fatto, anela. La Sirena è un miraggio, attira gli uomini coltivando  aspetti e modi particolari”.

(Robert GREENE)

IL PROFILO dI FRANCESCA

 

Francesca seduce come una sirena perché si presenta carica di una SENSUALITA’ che deborda attraverso le foto che pubblica sul suo profilo, dove si connota come la “signora delle trasparenze”.

Non appare mai sfrontatamente  nuda, qualsiasi donna al mare ,mostra più di quello che si vede dalla sua foto, tuttavia le immagini  ammiccano alla sensualità per stimolare l’immaginario e agiscono sull’ambiguità dello stimolo attraverso un gioco di trasparenze e di chiaro-scuri, di effetto nebbia o l’effetto sfuocato.

Trasparenze, pizzi, autoreggenti, effetti fotografici, giochi di luci: il risultato è quello atteso: la sensualità è suggerita e non gridata, non confluisce mai nella volgarità o nell’erotismo, ma si ferma a galleggiare nel limbo della fantasia, diventa una marea di promesse appena sussurrate, suggerite, alludenti, intriganti, che incuriosiscono, coinvolgono, colpiscono e si incuneano nella mente di un uomo come uno spettacolo da contemplare.

Tuttavia, un corpo privo di caratteristiche psicologiche particolari non è sovrapponibile alla potenza seduttrice della Sirena che deve possedere una sicurezza, forza, determinazione ed intelligenza in grado di distinguerla e differenziarla.

Icone di spettacolari sirene sono Cleopatra, Mailyn Monroe, Giuseppina Bonaparte, donne  immortali che hanno incarnato, ognuno a proprio modo, la sensualità, la sicurezza della propria persona, il fascino del piacere senza fine e il senso del rischio che si deve affrontare per averle.

Per potersi definire nei peculiari tratti personologici face book offre un’altra vetrina:la bacheca. Attraverso la bacheca Francesca entra nella “home” dei suoi contatti virtuali, la scrittura per stimolare fantasie e suggerire suggestioni. Utilizza un linguaggio vago, perché ognuno possa leggervi ciò che desidera.

analisi del profilo

Francesca si connota sinteticamente attraverso le seguenti caratteristiche:

  • È un profilo rigorosamente “PASSIVO”
  • Agisce su motivazioni predefinite
  • È tipicamente uno stimolo ambiguo, poco connotato
  • È sfuggente e distante, ma al contempo gentile e accessibile

 

il profilo passivo

Si definisce “passivo” un profilo che, proprio come un banco di mercato, espone la sua merce, la enfatizza magari, la presenta con cura e aspetta l’acquirente. La gente sfila tra i banchi del mercato e guarda. Qualcuno si ferma . anche su face book, proprio come al mercato ci sono banchi che attragono molto e altri meno visitati, e la fortuna dipende molto dal tipo di merce e da come viene presentata. Un profilo “passivo” può invogliare solo facendo leva su stimoli motivazionali precisi e imponendosi all’attenzione attraverso la capacità evocare suggestioni, di incuriosire, di favorire meccanismi psicologici precisi.

D’altro canto ai fini della ricerca, decidere di essere un profilo “passivo” è stato indispensabile perché mi ha permesso di accettare tutte le richieste di contatto senza operare una selezione. Ho così evitato di condizionare il campione. A me interessava un universo eterogeneo e il più rappresentativo possibile di quel tipo di popolazione che cerca nel virtuale emozioni legate al sesso o all’amore.

 

la selezione delle motivazioni da stimolare

 

La mia ipotesi di lavoro era che il virtuale favorisce la regressione a meccanismi primari quali la PROIEZIONE e l’INTROIEZIONE.

Con il meccanismo della PROIEZIONE si spostano inconsciamente  parti di sé sull’altro, mentre nell’INTROIEZIONE avviene il contrario: sono le parti dell’altro ad essere spostate dentro di sé. Da un punto di vista sociale funziona in modo da riattualizzare e favorire tali meccanismi.

 

analisi sintetica della statistica della popolazione

In circa tre mesi, Francesca ha accettato 6.000 contatti, tanto da dover aprire un profilo bis dove confluire le ulteriori richieste. Al momento attuale, ci sono 1.1000 contatti in attesa di essere accettati .

IL CAMPIONE SI DIVIDE IN:

70% italiani

30%stranieri

 

ANALISI DEI CONTATTI NAZIONALI

45% Nord (specie grandi città come Milano, Torino, Genova)

30% Centro (specialmente Roma)

25% Sud e Isole

CARATTERISTICHE DEI PROFILI

80% profili “di fantasia” (falsi)

20% profili reali

DISTRIBUZIONE DEL CAMPIONE NAZIONALE:

70% maschi eterosessuali

20% femmine bisessuali o lesbiche

5% transessuali

4% femmine eterosessuali

1%coppie

 

DISTRIBIZIONE DEL CAMPIONE STRANIERO

60% islamici (di cui 70% maschi, 30% femmine) caratterizzati da un elevato grado di erotizzazione e da informazioni pressoché inesistenti sui dati anagrafici.

40% occidentali ( di cui 60% maschi eterosessuali, 30% femmine bisessuali e 10% lesbiche)

Per quanto riguarda gli stranieri occidentali, il campione si distribuisce in maniera omogenea tra 50% di profili reali con dati anagrafici ben compilati e molto erotizzati,  30% di profili reali non erotizzati, e 20% di profili di fantasia erotizzati.

CARATTERISTICHE DELLA POPOLAZIONE ITALIANA

Range di età media 26-36 anni

Rispetto all’analisi dei profili molto erotizzati( quasi tutti di fantasia), si evidenzia una correlazione positiva con un alto livello socioculturale( approccio diretto privo di filtri sociali).

Il fenomeno è spiegabile in termini sociali con il meccanismo della scissione utilizzato in una società che non consente l’ambivalenza insita nell’essere umano.

In altri termini e molto sinteticamente, il mondo reale è luogo di proiezione delle parti bianche dell’individuo e il virtuale diventa il luogo di proiezione delle sue parti nere.

DIFFERENZE DI COMPORTAMENTO RILEVATE ALL’INTERNO DEI SESSI

 

Le donne prevalentemente tendono a consumare la relazione tenendo ben separati gli ambiti del virtuale e del reale, rimanendo all’interno del virtuale senza passare ad un incontro reale( vedi tradimenti in cam).

Gli uomini prevalentemente tendono ad utilizzare il virtuale come luogo di incontro per poi passare ad un incontro reale.

Caratteristica è la curva dell’innamoramento virtuale che si consuma con estrema velocità( durata media della relazione: 1 mese).

RICERCA DELLA DOTTORESSA TIZIANA NISTRIO PSICOLOGA PSICOTERAPEUTA.

 

Commenta la notizia - Regolamento


Consigliati