Cultura e Spettacolo
In ventimila per Modugno [VIDEO] PDF Stampa E-mail
Polignano a Mare - Cultura e Spettacolo
Scritto da Redazione   
Venerdì 08 Agosto 2014 12:48
 
Martina Gold, nuova star dell'hard PDF Stampa E-mail
Polignano a Mare - Cultura e Spettacolo
Scritto da Redazione   
Martedì 05 Agosto 2014 10:39

maximPOLIGNANO - Viste le basse temperature toccate da questa strana estate a riscaldare l’aria ci pensa la direzione dello Show Girl di Fasano. Nelle prime due settimane di agosto, infatti, è previsto un vero e proprio fuoco di fila di sexy star e porno star. Tra queste anche la polignanese Martina Gold. Questa è la prima apparizione fatta praticamente sulla porta di casa dalla nostra compaesana che in passato non ha avuto occasione di lavorare in provincia di Bari. Stavolta, l’8 ed il 9 agosto, Martina arriva sul confine e con un curriculum da pornostar. Infatti avevamo lasciato Martina Gold mentre riceveva i premi al Prato Sex come migliore interprete nazionale degli spettacoli erotici. La ritroviamo dopo alcune riprese hard ormai lancitissima nel mondo del porno annunciato su diversi siti specializzati e nelle interviste rilasciate da Martina Gold. «Valentine Demì è una mamma ed una amica, devo dire grazie anche a lei se sono arrivata qui», aveva infatti annunciato facendo riferimento ad una delle più note pornostar italiane. I primi film di Martina sono su internet e “lavora” in coppia con Sofia Gucci. «Ormai sono poche le case che producono dvd. Si lavora in presa diretta live su internet. Io ho girato due scene – spiegava durante un intervista rilasciata ad un pittoresco “giornalista” della notte, noto come er caciottaro- si tratta di un casting e di un glory hole». Poi Martina, come preferisce farsi chiamare, ha spiegato il suo passaggio da sexy star a pornostar. «E’ stato un passaggio graduale. Soprattutto dentro di me ho maturato la voglia di provare a girare un film porno. Quando sono maturate le condizioni l’ho fatto ma non mi ritengo affatto una pornostar. Ora sto bene con me stessa. Sono serena. E’ come se mi sentissi a casa. E’ un lavoro come gli altri anche sotto il regime fiscale: faccio fattura, firmo contratti, pago le tasse». Poi Martina Gold entra nei particolari. «Sì ho girato due scene per due film che sono in giro ed altri usciranno prossimamente. Uno con un grandissimo attore Mike Angelo della scuderia di Rocco Siffredi ed un altro per la TV. Ho avuto anche la fortuna di girare con un grandissimo regista, Guido Maria Ranieri, uno molto pignolo sul set ed attentissimo ai particolari. Per una scena ci ha tenuti sul set per 10 ore». Immaginiamo la fatica, roba da tornare a casa col carro attrezzi. Comunque per sincerarsi delle capacità di Martina, da Polignano stanno organizzando vere e proprie carovane per andare a sostenere la compaesana di scena allo Show Girl.





 
Ultimo giorno de 'Il Libro Possibile' PDF Stampa E-mail
Polignano a Mare - Cultura e Spettacolo
Scritto da Redazione   
Mercoledì 09 Luglio 2014 17:59
 
Riparte il Libro Possibile PDF Stampa E-mail
Polignano a Mare - Cultura e Spettacolo
Scritto da Redazione   
Venerdì 04 Luglio 2014 20:22
 
Estate polignanese, bacchettate a 5 Stelle PDF Stampa E-mail
Polignano a Mare - Cultura e Spettacolo
Scritto da Redazione   
Giovedì 03 Luglio 2014 18:39
 
'Premio Pino Pascali 2014 XVII edizione' assegnato a Fabrizio Plessi PDF Stampa E-mail
Polignano a Mare - Cultura e Spettacolo
Scritto da Redazione   
Martedì 01 Luglio 2014 17:29

premio pino pascali 2014POLIGNANO - La Commissione composta dai critici Marco Senaldi, Marco Tonelli e dalla direttrice Rosalba Branà ha così motivato la scelta:
“Fabrizio Plessi, uno dei primi sperimentatori della video art in Italia tra gli anni Sessanta e Settanta e da sempre protagonista sulla scena internazionale come ideatore di coinvolgenti e spettacolari videosculture e videoinstallazioni ambientali, non ha mai nascosto il suo debito di formazione verso l'opera di Pino Pascali e l'elemento dell'acqua, che in Plessi è diventato un suo segno distintivo. Il Premio Pascali giunge come coronamento ad una lunga carriera costellata di successi internazionali.”
In omaggio all'immaginario pascaliano, Fabrizio Plessi realizza per il Museo due maestose installazioni-video nelle quali l'elemento Acqua è metafora di purificazione, vita, morte, rinascita.
L'ambiente centrale del Museo sarà attraversato da fiumi virtuali sul pavimento e in esposizione verticale grandi 'cascate', omaggio esplicito a due opere di Pino Pascali, le “Confluenze” e le “Cascate”. L'energia impalpabile scaturita dai 40 monitor, il suono, l'inafferrabilità della luce e dei colori dell'acqua renderanno le installazioni site-specific un'esperienza sensoriale, visiva e sonora di forte impatto emotivo.
“Amo le onde – dichiara Plessi – che spazzano via le secche del nostro quotidiano e della sua banalità. Non si può vivere non creando onde, bisogna sempre agitare le acque”.
Moderno alchimista, riesce a far convivere materiali quali il carbone, il legno, il ferro, la paglia, il marmo, con l'alta tecnologia creando quello che l'artista definisce il “cangiante elettronico”. La tecnologia non è il fine ultimo, diviene strumento espressivo e poetico, l'elettronica e il virtuale sono linguaggi caldi e umani, appositamente per Plessi viene istituita alla Kunsthochschule für Medien di Colonia la cattedra di 'Umanizzazione della tecnologia', esattamente quello che l'artista riesce ad infondere nelle sue video-installazioni: significati, conoscenza, filosofia, emozioni dell’anima.
Artista eclettico ha attraversato più media, cinema, Tv, teatro, opera lirica, scenografia, moda lasciando un segno stilistico unico e irripetibile; l'omaggio di Plessi a Pascali è appassionato e profondo, il riconoscimento del Premio  arriva dopo la partecipazione a 12 Biennali di Venezia, a mostre presso istituzioni prestigiose quali il Guggenheim di New York e Bilbao, al Centre Pompidou, il Museo Ludwig di Colonia e Budapest. Numerosi i premi vinti tra cui la Quadriennale di Roma, ad Hannover viene consacrato come miglior artista; nel 2013 è stato inaugurato al Passo del Brennero il Plessi Museum un diamante grezzo incastonato tra le montagne di Bolzano, scrigno prezioso e memoria storica di un artista capace di rinnovarsi e vitalizzare costantemente il panorama artistico internazionale.
Fabrizio Plessi è rappresentato dalla Galleria Contini di Venezia.






www.plessi.net

 
Proclamati i vincitori del premio INARCH/ANCE Puglia: 'Casa della musica' di Ostuni, oratorio di Manfredonia e residenze a Polignano PDF Stampa E-mail
Polignano a Mare - Cultura e Spettacolo
Scritto da Redazione   
Martedì 01 Luglio 2014 15:41
 
La sorella di Fiorello presenta un libro PDF Stampa E-mail
Polignano a Mare - Cultura e Spettacolo
Scritto da Redazione   
Sabato 28 Giugno 2014 09:27

catenafiorellorizzoliPOLIGNANO - Giovedì 3 luglio alle ore 19,30 l’incantevole scenario di Specchia Sant’Oronzo ospiterà la presentazione del nuovo libro di Catena Fiorello “Un padre è un padre”, un evento organizzato dall’Agenzia Realize.
Introduce la serata e dialoga con l’autrice Catena Fiorello la giornalista Valentina Caltagirone.
La scrittrice siciliana narra la storia di un uomo che impara a essere padre e di una donna che scopre di essere figlia. Una nuova fatica letteraria per l’amica Catena Fiorello che mostra sempre di più la sua grinta, da vera donna siciliana, schietta e sincera, e l’importanza della lettura.





Il LIBRO, edito da Rizzoli - Cara Paola. Quando apre quella lettera, il cuore le martella in petto per l’emozione. A ventidue anni, Paola è una giovane donna che ha vissuto solo il calore dell’abbraccio materno, e quelle parole sono il primo contatto con il padre, l’uomo che non ha mai
conosciuto. È il giugno del 1982, a Catania, stanno per iniziare i mondiali e alla radio Giuni Russo canta Un’estate al mare, ma Paola si è appena ritrovata sola. Prima di lasciarla, la madre le ha dato un foglio con un indirizzo e un nome: quello dell’uomo che le ha abbandonate. Così lei lo ha
contattato, vincendo il proprio rancore. Si chiama Roberto, e quando si incontrano per la prima volta è un colpo di fulmine. Paola non ci riesce proprio a odiare quella persona che sa subito farsi amare e anzi, si sente in profonda sintonia con lui. Per questo fa cadere ogni barriera e inizia a
frequentarlo, rivendicando con un’energia tutta nuova il diritto ad avere un padre. Nessuno però deve sapere di lui, non Sandy e Milena, le amiche di una vita, e nemmeno Lorenzo, che è riuscito a farle battere il cuore dopo anni di storie sbagliate. Quando però Paola decide di dare una svolta al loro legame, una nuova verità arriva a sconvolgerle la vita per sempre. Ma solo accoglierla potrà renderla felice e aprire il suo cuore all’amore. Quello che non tradisce. Catena Fiorello ci racconta in questo romanzo la storia che ha sempre voluto scrivere: quella di un uomo che impara a essere padre e di una donna che scopre di essere figlia. Perché padri, e figli, si diventa, grazie alla forza sorprendente dell’amore.
Il libro sarà acquistabile la sera dell’evento presso il banco vendita curato dalla libreria Mondadori Chiarito di Monopoli.

Ufficio Stampa
Realize Creative Studio
eventi@realizestudio.it

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 9 di 36