aggiornato il 18/03/2015 alle 8:31 da

Soliloquy, si alza il sipario al Vignola

cinema vignolaPOLIGNANO – Terzo appuntamento oggi, 17 marzo h 21.00, al Teatro Vignola di Polignano con la stagione del Comune di Polignano a Mare organizzata dal Teatro Pubblico Pugliese, in scena la danza di “Soliloquy!”, una produzione Res Extensa.
In una esistenza automatica, bambole vere o indotte inseguono l’umanità e anelano a sensazioni umane. Disposte a peccare, a vacuamente mimare luoghi comuni pur di essere. Attraverso vari attributi, dai peccati alle scoperte del corpo sotto gli elementi superficiali, lentamente cercano la percezione di sé stesse, e una “carne” umana.
Soliloquy! nasce da uno studio sui peccati capitali e sugli automatismi superficiali e vuoti che essi generano. Attraverso un viaggio leggero e poetico che passa da un peccato capitale all’altro, in un mondo sospeso musica e luce, due bambole capiscono che solo collaborando e lavorando assieme possono trovare senso e amicizia, e infine andare lontano, assieme. In occasione di questo appuntamento sempre oggi si terrà un incontro alle 19.00 nel foyer del teatro condotto da Livio Costarella. Al centro, un’intervista ad Elisa Barucchieri e alla compagnia. Introdurrà l’incontro l’Assessore alla Cultura del Comune di Polignano a mare, Marilena Abbatepaolo.
 
Si prosegue con “Tutto Shakespeare in 90 minuti”, uno spettacolo che è la sfida ambiziosa che ha portato di Adam Long, Daniel Singer e Jess Winfield a un successo interminabile a Londra. Una sfida colta in Italia da Paolo Valerio (traduzione) e Alessandro Benvenuti (adattamento e regia) che il 25 marzo (h 21.00) presentano al pubblico questo esilarante concentrato di tutta l’opera shakespeariana.
Un viaggio poetico a spasso nel cuore di Napoli attraverso i secoli, tra le fiabe di Giambattista Basile e il Pulcinella di Libero Bovio.  Peppe Barra innerva alcune tra le pagine più celebri della letteratura classica napoletana con la sua dirompente ironia nello spettacolo “Sogno di una notte incantata” in programma il 7 aprile alle h 21.00.
 
Chiude la stagione uno spettacolo fuori abbonamento in programma il 23 e 24 aprile (h 21.00): erede della grande tradizione francese di pochade, “Nina” è la storia di un iperbolico ménage à trois. Una macchina teatrale in grado di giocare con le leggi del cuore e sovvertire gli abituali ruoli di relazione, mostrando chiaramente a protagonisti e spettatori chi porta veramente “i calzoni”.

© Riproduzione riservata 18 Marzo 2015

Non ci sono commenti, di la tua qui sotto!


Aggiungi un commento