aggiornato il 29/11/2014 alle 8:49 da

Stefano, blitz a Polignano

Dario Stefano orPOLIGNANO – Breve visita a Polignano per Dario Stefano candidato per il partito Sel alle primarie regionali in programma domenica prossima. Il senatore ha incontrato i vertici del partito locale ed alcuni simpatizzanti. “È stata una campagna elettorale impegnativa – ha detto Stefano – su temi poco Twitter, ma con molti contenuti. C’è da difendere l’esperienza di questi anni e pensare ad una fase due. In campi come l’agricoltura, il turismo, la cultura, la difesa del territorio, abbiamo invertito la rotta rispetto al passato, ora bisogna proseguire il lavoro anche su ambiti, come quello della sanità, su cui è stata scarsa la risposta rispetto alle aspettative, anche se bisogna vedere da dove siamo partiti, con un piano di rientro che ci ha imposto tagli enormi. La sanità pugliese ha perso 6 mila unità. Emiliano dice che non c’è una radioterapia, gli ho dimostrato che ce ne sono una in ogni provincia. Ora puntiamo alla specializzazione dei centri, abbiamo un minimo di infrastrutture sanitaria, ci sono cose che si possono fare sul territorio”. A Stefano chiediamo di Polignano che ha un punto di primo intervento chiuso di notte e ben presto senza medico sulle ambulanze. “Non conosco bene il caso  – dice il senatore- posso dire che abbiamo stoppato per ora la riforma sanitaria in corso visto che arrivano altri tagli dal Governo Renzi”. Poi i timori per l’astensione: “Non sa nessuno delle primarie – conclude Stefano- il rischio è che vadano a votare solo i capi partito o i capi bastone, se invece vota la gente, le primarie le vinciamo”.

© Riproduzione riservata 29 Novembre 2014

Non ci sono commenti, di la tua qui sotto!


Aggiungi un commento