aggiornato il 15/07/2010 alle 15:51 da

In bici sulle Dolomiti

Domenica 4 luglio 2010 a Corvara in Alta Badia si è svolta la 24^ Edizione della Maratona des Dolomites, una gara ciclistica molto ambita fra gli appassionati della due ruote, tanto che il solo modo per assicurarsi il pettorale e poter partecipare è l’acquisto del pacchetto turistico a metà novembre. Gli aspiranti partecipanti erano 22.000 ma solo 8.000 sono stati estratti da un sistema informatico e, insieme a personalità del mondo dello sport e della cultura invitate come testimonial e coloro che sono riusciti ad acquistare il pacchetto vacanze, il numero di iscritti è salito a 9.200, rappresentando 42 Paesi di tutto il mondo e 111 provincie italiane.

Lo scenario di gara è tra i più belli, le Dolomiti (Patrimonio Mondiale dell’UNESCO) e le salite tra le più mitiche del ciclismo, salite che hanno reso famose le gesta dei più grandi atleti di ogni epoca.

Questa gara è la più importante del calendario internazionale e dopo anni di vani tentativi, 7 atleti della A.S.D.  Amatori Putignano con grande emozione, hanno potuto essere fra gli 8798 ciclisti che hanno affrontato i 3 percorsi proposti: il corto di 55 km, il medio di 107 km ed il lungo, il più duro con 138 km e 4190 metri di dislivello positvo; un fiume di ciclisti che occupava per Km la sede stradale per intero, visto che tutto il percorso era chiuso al traffico (unica prova ciclistica in Europa ad avere questa caratteristica). Uno spettacolo che gli appassionati hanno potuto seguire in diretta televisiva su RAI3 dalle 6.15 del mattino sino a mezzogiorno.

Quasi tutti i nostri atleti hanno affrontato il percorso lungo, il più impegnativo ma il più ricco di emozioni che solo gli appassionati delle due ruote possono capire: paura di non farcela, fatica, salite e discese, gioia ed infine,  lacrime di commozione al taglio del traguardo fra gli 8640 arrivati:

–            Walter Vinella      in 6h 11min (152° di categoria 555 assoluto)

–            Piero Biasi             in 6h 26min (254        “              833     “          )

–            Luca Valletti          in 6h 36min (173       “             1061    “          )

–            Massimo Daprile  in 6h 38min (313       “             1111    “          )

–            Mimmo Sportelli  in 6h 40min (354       “             1188    “          )

–            Gianni Bianco        in 6h 58min (509        “            1627   “          )

–            Fabio Troilo          in 5h 44min (128        “             1095   “          ) unico nel percorso medio.

Perfetta la macchina organizzativa, più di mille volontari hanno assicurato accoglienza, sicurezza, distribuzione dei rifornimenti ed infine pasta party per tutti.

Numerosa la gente lungo il percorso che incoraggiava gli atleti chiamandoli per nome, impresso ben visibile sul pettorale.

La manifestazione è organizzata da un albergatore filosofo e poeta, Michil Costa, che 24 anni fa cominciò ad organizzare un raduno di appassionati ciclisti della Val Badia; sono partiti con meno di 100 partecipanti, oggi hanno raggiunto un livello di caratura mondiale e per giorni in valle si registra il tutto esaurito in alberghi, ristoranti e rifugi facendo conoscere al mondo la loro terra e le loro tradizioni.

© Riproduzione riservata 15 Luglio 2010