aggiornato il 18/07/2014 alle 10:01 da

Crostata alla crema di limoni

PROPRIETA’ CURATIVE E BENEFICI DEL LIMONE

Il limone ha proprietà depurative disintossicanti dell’organismo e la sua assunzione regolare, preferibilmente al mattino quando si è ancora digiuni, aiuta a regolarizzare l’intestino, e combatte addirittura la cellulite. E’ interessante l’uso che viene fatto di una sostanza contenuta nel limone, chiamata limonene, che viene impiegata con successo per la distruzione dei calcoli nella cistifellea e diventata ultimamente famosa, in quanto, secondo recenti studi americani, se assunto regolarmente, avrebbe proprietà antitumorali a livello preventivo, soprattutto per quanto riguarda pancreas, stomaco e intestino.
Il limone è molto consigliato contro nausea, diarrea e soprattutto per chi ha necessità di irrobustire le difese immunitarie; il suo succo fresco ha la proprietà di prevenire l’arteriosclerosi, ha benefici sul fegato, sul pancreas e sul sangue, favorendone la fluidità. Il limone, quando è veramente fresco, appena colto, oltre che rimineralizzante e antianemico è un buon attivatore delle difese organiche e un ottimo disinfettante. Infine, questo frutto è anche un efficace termicida naturale: è infatti sufficiente appendere negli armadi qualche sacchetto di tela contenente scorze di limone secche per tenere alla larga le tarme.

crostata alla crema di limone

Preparazione

Pasta frolla: Versate la farina, un pizzico di sale ed il burro a pezzi appena tolto dal frigo, quindi ancora freddo, in un mixer. Frullate il tutto fino ad ottenere un composto dall’aspetto sabbioso e farinoso e ponetelo su una spianatoia. Formate la classica fontana al centro del composto e dopo aver aggiunto lo zucchero a velo e i tuorli, grattugiate la scorza di due limoni. Dopodichè iniziate a mescolare il tutto con una forchetta, in modo da ricoprire i tuorli.
Quindi lavorate velocemente il composto a mano fino ad ottenere un panetto compatto e abbastanza elastico, che ricoprirete con uno strato di pellicola e lascerete riposare in frigorifero per almeno mezz’ora.
Crema al limone: Versate il latte in una pentola capiente e aggiungete le scorze dei limoni, facendo attenzione a non tagliare anche la parte bianca, che altrimenti conferirà un sapore amaro al composto. Lasciate solo intiepidire il latte con le scorze di limone senza portarlo al bollore. Ora versate i tuorli in una ciotola capiente, aggiungete lo zucchero e sbattete con una frusta o con uno sbattitore elettrico fino ad ottenere una crema chiara e spumosa. Aggiungete la farina e la fecola (o la maizena) setacciandole e continuate a sbattere energicamente.
Unite il latte a filo nella ciotola e continuando a mescolare bene con una frusta. Quindi ripassate il composto in pentola, filtrandolo con un colino per evitare la formazione di grumi e per eliminare le scorze di limone. Continuate a mescolare la crema, cuocendola a fuoco basso per circa 15 minuti, fino a quando non si sarà addensata.
Quando si sarà addensata mettetela in una ciotola coperta con la pellicola a contatto e lasciatela raffreddare in frigorifero prima di utilizzarla.

A questo punto imburrate uno stampo da crostata dal diametro di 25 cm e alto circa 3 cm e infarinatelo.
Tirate fuori la pasta frolla, che avevate messo a raffreddare in frigo e ponetelo su una spianatoia infarinata, assicurandovi di metterne da parte un pezzo per formare le losanghe. Stendete quindi la frolla in una sfoglia alta circa mezzo centimetro e foderate la tortiera. Premete il mattarello sui bordi della teglia per eliminare la pasta in eccesso.
Fate aderire la pasta alle pareti della tortiera aiutandovi con le dita e farcite la crostata con la crema al limone ormai fredda, livellandola bene con il dorso di un cucchiaio.
Stendete il resto della frolla e create le losanghe con cui decorerete la crostata aiutandovi con un tagliapasta o con un coltello affilato. Sbattete un uovo con un cucchiaio d’acqua e spennellate la crostata, che sarà pronta per essere infornata in forno già caldo a 180° per 90 minuti (se usate un forno ventilato, cuocete a 160° per 80 minuti), fino a quando risulterà dorata. Una volta cotta, lasciatela raffreddare e sformatela molto delicatamente.

INGREDIENTI

Per la pasta frolla:
» 190 gr. di burro freddo» 375 gr. di farina di tipo ’00’
» 3 tuorli» 150 gr. di zucchero a velo
» 2 limoni (scorza)» 1 pizzico di sale
Per la crema:
» 1 lt. di latte intero» 4/6 tuorli
» 300 gr. di zucchero» 70 gr. di fecola di patate
» 70 gr. di farina di tipo ’00’» 5 limoni (scorza)
Per spennellare:
» 1 uovo

Tempo preparazione: 60′
Tempo cottura: 90′

CONSIGLI

Potete conservare la crostata alla crema di limoni in frigorifero ben coperta da pellicola per al massimo 3 giorni. Si sconsiglia la congelazione.
Se volete, spolverizzatela con dello zucchero a velo.

 

Il limone ha proprietà depurative disintossicanti dell’organismo e la sua assunzione regolare, preferibilmente al mattino quando si è ancora digiuni, aiuta a regolarizzare l’intestino, e combatte addirittura la cellulite. E’ interessante l’uso che viene fatto di una sostanza contenuta nel limone, chiamata limonene, che viene impiegata con successo per la distruzione dei calcoli nella cistifellea e diventata ultimamente famosa, in quanto, secondo recenti studi americani, se assunto regolarmente, avrebbe proprietà antitumorali a livello preventivo, soprattutto per quanto riguarda pancreas, stomaco e intestino.
Il limone è molto consigliato contro nausea, diarrea e soprattutto per chi ha necessità di irrobustire le difese immunitarie; il suo succo fresco ha la proprietà di prevenire l’arteriosclerosi, ha benefici sul fegato, sul pancreas e sul sangue, favorendone la fluidità. Il limone, quando è veramente fresco, appena colto, oltre che rimineralizzante e antianemico è un buon attivatore delle difese organiche e un ottimo disinfettante. Infine, questo frutto è anche un efficace termicida naturale: è infatti sufficiente appendere negli armadi qualche sacchetto di tela contenente scorze di limone secche per tenere alla larga le tarme.

© Riproduzione riservata 18 Luglio 2014