aggiornato il 09/02/2015 alle 10:11 da

Canederli alla tirolese

DESCRIZIONE

I canéderli o Knödel dal ted. Knot (nodo, grumo) o knedlíky in ceco sono un primo piatto tipico della cucina tedesca sudorientale, austriaca, ceca, slovacca, polacca, trentina e altoatesina. Si tratta di grossi gnocchi composti di un impasto a composizione variabile di pane raffermo.

Mentre nella cucina tedesca questi grossi gnocchi sono molto diffusi con uno sterminato novero di varianti e nomi differenti (oltre a Knödel anche Klöße), nella cucina italiana sono presenti unicamente nelle cucine regionali dell’Alto Adige e del Trentino (quando questi facevano parte della Contea austriaca di Tirolo), del Friuli, della Venezia-Giulia, dell’alto Veneto e dell’alta Valtellina. In particolare, “canederli” è un termine tradotto di Knödel, e che si riferisce unicamente alle ricette di Knödel più diffuse nel Tirolo. In friulano i canederli sono chiamati chineglis o chineghi. A Trieste vengono chiamati gnochi de pan (gnocchi di pane). Nelle valli ladine prendono il nome di bales o balotes, da bala (sfera, palla).
Una prima rappresentazione di “Knödel” si trova in un affresco nella cappella di Castel d’Appiano risalente attorno al 1180.

canederli alla tirolese

Preparazione

Tagliate lo speck e il pane raffermo a dadini molto piccoli e metteteli in una terrina. Frullate le uova con un po’ di latte, unite il prezzemolo e versate il tutto nella terrina con il pane e lo speck.
Lasciate riposare per circa 15/20 minuti quindi aggiungete nella terrina la cipolla tritata finemente, rosolata in precedenza nel burro, e 2 cucchiai di farina.
Salate e amalgamate il tutto e se necessario, aggiungete all’impasto altro latte.
A questo punto, aiutandovi con le mani bagnate, formate i canederli avendo cura di prendere ogni volta una quantità che permetta di ottenere in tutto 8 palline.
Mettete i canederli nell’acqua bollente salata e fate cuocere a fuoco moderato per circa 15 minuti.
Se i canederli tendono a rompersi durante la cottura, è necessario aggiungere un po’ di farina all’impasto.
Per questo è consigliabile fare la prova cuocendo prima un solo canederlo.
Quando i canederli sono pronti, toglieteli dall’acqua di cottura, disponeteli a due a due nei piatti fondi, copriteli con il brodo di carne e serviteli con l’aggiunta di erba cipollina e se preferite, con un po’ di parmigiano Reggiano. 

INGREDIENTI
per 8 canederli

» 300 gr. di pane raffermo» 150 gr. di speck
» 2 uova» 1/4 di latte
» 2 lt. gr. di brodo di carne» 1 cipolla
» 1 noce di burro» 2 cucchiai di prezzemolo tritato
» 1 cucchiaio di erba cipollina tritata» 30 gr. di farina
» Sale e pepe q.b.

Tempo preparazione: 90′
Tempo cottura: 15′

CONSERVAZIONE

Conservate i canederli, chiusi in un contenitore ermetico e posti in frigorifero, per un paio di giorni al massimo.

© Riproduzione riservata 09 Febbraio 2015