Museo Pino Pascali, Il veleno nella coda di Miccolis PDF Stampa E-mail
Polignano a Mare - Cultura e Spettacolo  /  Scritto da Redazione - Martedì 22 Gennaio 2013 10:46

POLIGNANO - La Fondazione Museo Pino Pascali prosegue la rassegna “Il Museo e il suo territorio” per il 2013. La rassegna sonda e presenta al pubblico le giovani realtà artistiche che si muovono sul territorio pugliese. L’edizione 2013 ha come obiettivo la realizzazione di un workshop e di una mostra a cadenza mensile, durante i quali giovani artisti emergenti, proposti da giovani curatori,  presenteranno il proprio percorso formativo e artistico “in diretta” dimostrando il  personale processo di trasformazione di un’idea in materia. Il primo ciclo ospitato nella Project Room, sede di mostre personali e laboratori didattici, coinvolge cinque giovani curatori e cinque artisti pugliesi under 35: Isabella Battista/Pierpaolo Miccolis, Edoardo Trisciuzzi/Fabio Mazzola, Nicola Zito/Maria Grazia Carriero, Luna Pastore/Anna Maria Battista, Lorenzo Madaro/Claudia Giannuli.





Primo appuntamento della rassegna con Pierpaolo Miccolis - Nella coda sta il veleno a cura di Isabella Battista dal19 gennaio  al 17 febbraio 2013.

La rassegna si apre con la mostra personale Nella coda sta il veleno dell’artista Pierpaolo Miccolis a cura di Isabella Battista, dal 19 gennaio al 17 febbraio 2013 nella Project Room del Museo.

L’artista Pierpaolo Miccolis ha tenuto un workshop mercoledì 16 gennaio alle ore 10.00 con la collaborazione del nuovo direttore dell’

Accademia di Belle Arti di Bari, prof. Giuseppe Sylos Labini, e la partecipazione di alcuni studenti scelti tra gli iscritti alle classi di Decorazione e Pittura che interagiranno con l’artista.

La mostra è invece aperta al pubblico a partire da sabato 19 gennaio alle ore 18.30.

L’uso dell’acquerello, tecnica antichissima, ha per l’artista un significato ben preciso, legato alla sua caratteristica rapidità di esecuzione che lo rende estremamente attuale. Partito con i monocromi su carta, Miccolis si è lasciato ispirare dalla poesia delle “macchie” di colore, tipicamente impressioniste, con cui ha elaborato un linguaggio estremamente sintetico nella forma, ma nello stesso tempo ricercato nei sapienti accostamenti cromatici.

Con la mostra Nella coda sta il veleno, Pierpaolo Miccolis presenta per la prima volta due cicli inediti di acquerelli su carta, denominati rispettivamente Bestiari e Aviarii, frutto di uno studio approfondito sull’anatomia e metamorfosi dei corpi animali, riprodotti su supporti di medio e grande formato, in cui si enfatizzano le caratteristiche principali di ciascun soggetto, modificandole tuttavia in maniera radicale con elementi estranei e del tutto avulsi dalla realtà.

Pierpaolo Miccolis inizia il suo percorso di studi diplomandosi in Tecnico e Stilista di moda presso l’Istituto “A. Agherbino” di Noci (BA), successivamente si iscrive all’Accademia di Belle Arti di Bari, indirizzo Pittura. In questo periodo inizia ad esporre in Italia e all’estero e a partecipare a rassegne e premi internazionali. Nel 2011 termina il biennio specialistico presso l’Accademia di Belle Arti di Bari con indirizzo Decorazione.

ATT0Pierpaolo_Miccolis_a_lavoro

 

Commenta la notizia - Regolamento


Consigliati