Scuolabus a pagamento, calo degli iscritti PDF Stampa E-mail
Putignano - Politica  /  Scritto da Rossana Paolillo - Sabato 04 Settembre 2010 08:26





PUTIGNANO - Sono calate da 400 a 150 le richieste per il trasporto scolastico. Una conseguenza dell’avvio del sistema a pagamento introdotto da quest’anno scolastico, oppure “è il segnale che in passato hanno usufruito del servizio molte più persone di quante ne avessero realmente bisogno”, questo è il commento dell’assessore alla cultura Giuseppe Genco. La prima importante conseguenza del drastico calo di utenti sarà la rimodulazione del servizio effettuato dalla Dover srl di Noci con conseguente posizionamento a rischio di una fetta consistente degli 8 autisti e 10 accompagnatori che con l’appalto sono passati alle dirette dipendenze della ditta vincitrice. Lo scuolabus a pagamento continua quindi a far discutere, lo fa dal punto di vista tecnico ma anche politico. Sulla questione abbiamo sentito la consigliera comunale Lucia Totaro di “Putignano Cresce” che ci dice: “Come gruppo consiliare ci siamo sempre dichiarati contrari alla trasformazione di un servizio che è sempre stato offerto in maniera gratuita a pagamento e confidiamo ancora in un ripensamento da parte della maggioranza”. Il pagamento per i servizi a domanda individuale è previsto ormai per legge e a Putignano - come ci fa notare l’assessore Giuseppe Genco: “le tariffe sono ancora molto basse”, ma non si riesce a mettere tutti d’accordo, parte politica e soprattutto utenti. Il calo vertiginoso delle domande per il trasporto scolastico ne è la prima dimostrazione. Informazioni utili sui costi del trasporto scolastico e del servizio mensa in edicola su Fax.
 

Commenta la notizia - Regolamento


Consigliati