aggiornato il 13/12/2018 alle 7:15 da

Meravigliose multe. I carabinieri precisano sulle multe durNte l’evento natalizio

carabinieri2Polignano-.  Aggiornamento del 15 12 2018 ore 14:54

Ad integrazione del comunicato stampa sull’esito dei controlli eseguiti dai Carabinieri della Compagnia di Monopoli, unitamente ai reparti speciali del NAS (Nucleo Antisofisticazioni e Sanità) e del NIL (Nucleo Ispettorato del Lavoro) di Bari, nell’ambito della Manifestazione Meraviglioso Natale 2018, che si sta svolgendo a Polignano a Mare, i Carabinieri precisano che:

  nessuna attività commerciale controllata è risultata sprovvista dei fondamentali titoli autorizzativi (es. licenze, permessi, ecc…);

  le violazioni riscontrate e contestate ai trasgressori sono state tutte di natura amministrativa e verranno notificate entro i tempi consentiti dalla Legge;

  relativamente al controllo effettuato ad un caseificio della zona, l’irregolarità rilevata, ai sensi dell’art. 6 c.3 D.Lgs193/07 “Omessa SCIA Sanitaria per ristorazione diretta”, riguardava solamente la mancata autorizzazione a somministrare prodotti cotti sulla piastra. Tale violazione prevedeva l’immediata cessazione dell’attività che, in questo caso, così come consentito dalla Legge (ex art.54 c.2 L. E Reg. CE884/2004),  è stata ottemperata direttamente dal proprietario, il quale, nei giorni successivi, ha regolarizzato la predetta attività, riaprendo al pubblico. 

I Carabinieri, nell’occasione, ribadiscono che in tutta la provincia Bari e Bat, soprattutto in prossimità delle imminenti Festività Natalizie, i controlli sul territorio, a tutela dalla salute pubblica e dei diritti dei lavoratori, saranno intensificati.

. Nei giorni scorsi, i Carabinieri della Compagnia di Monopoli unitamente a reparti speciali quali il NAS (Nucleo Antisofisticazioni e Sanità) e NIL (Nucleo Ispettorato del Lavoro) di Bari hanno effettuato un servizio straordinario di controlli nell’ambito della Manifestazione Meraviglioso Natale 2018, che si sta svolgendo a Polignano a Mare e proseguirà fino all’Epifania.

Sono state controllate numerosissime attività commerciali nonché imprese che collaborano alla manifestazione, ovvero box per la degustazione di prodotti alimentari, cornetterie, le classiche “casette” allestite per la vendita di gadget o addobbi natalizi. In tutto sono state elevante sanzioni amministrative per quasi 50.000 euro.

Ad esser controllate sono state anche le “tipiche” casette natalizie, adibite a “fast food” o a semplici pasticcerie. In questo caso, i NAS hanno sanzionato per 1.000 euro il proprietario di un noto caseificio della zona, il quale, aveva allestito uno stand per la vendita di formaggi, con un valore complessivo della merce esposta pari a 25.000 euro,  e che commerciava i propri prodotti senza aver presentato la prescritta comunicazione di inizio attività, con la quale il venditore autocertifica di esser in possesso dei requisiti soggettivi ed oggettivi per fare impresa.  Oltre alla sanzione, è scattata la chiusura immediata dell’attività in base alle normative della Comunità Europea sul settore.

Sempre nell’ambito della vendita di prodotti alimentari, il NAS ha sanzionato uno stand dove venivano venduti cornetti e altri prodotti dolciari senza esposizione delle informazioni su allergeni e sugli ingredienti utilizzati; inoltre, i Carabinieri hanno anche riscontrato “evidenti carenze sulla sicurezza igienica e integrità dei prodotti venduti”, in quanto commercializzati senza aver “superato” le procedure di autocontrollo (HACCP). Per i responsabili è scattata una sanzione di 11.000 euro.

© Riproduzione riservata 13 Dicembre 2018