Servizio antiviolenza a Mola PDF Stampa E-mail
Mola di Bari - Attualità  /  Scritto da Redazione - Venerdì 09 Ottobre 2015 12:10

manifesto melogranoMOLA - Si terrà Martedì 13 Ottobre 2015 ore 17.00, Presso la Sala Consiliare del Comune di Mola di Bari la presentazione del Servizio Antiviolenza dell’Ambito sociale territoriale, risultato della convenzione sottoscritta tra Comunità S. Francesco – Centro Antiviolenza “Il Melograno” e l’Ambito Territoriale Sociale di Mola di Bari. L’attivazione del Servizio Antiviolenza “Il Melograno” costituisce un ulteriore passo nel contrasto a un fenomeno, quello della violenza di genere, dalle dimensioni multiformi e di rilevanza sociale non trascurabile.
Comunità S. Francesco – Centro Antiviolenza “Il Melograno” stipulando la convenzione con l’Ambito Territoriale Sociale di Mola di Bari, sulla scorta di una forte esperienza maturata nel contrasto e nella prevenzione della violenza sulle donne, ha offerto la disponibilità nel coniugare il proprio know-how con quello degli altri stakeholders coinvolti nella medesima azione di contrasto. In prima battuta, ci saranno i saluti di Giangrazio Di Rutigliano-Presidente del Coordinamento Istituzionale Ambito Mola di Bari, Francesca Mola-Assessore ai Servizi Sociali del Comune di Mola di Bari, Anna Ancona-Assessore ai Servizi Sociali del Comune di Rutigliano e Gerardo Laguardia-sub Commissario Prefettizio del Comune di Noicattaro.
A seguire, nel ventaglio di intervisti previsti, ci saranno Giulia Sannolla-Funzionario Assessorato al Welfare Regione Puglia, Antonia Cairo-Amministratore Cooperativa “Comunità S.Francesco” e Marika Massara-Coordinatrice Servizio Antiviolenza “Il Melograno”, che, nell’occasione lanceranno la Campagna di Informazione e sensibilizzazione contro la violenza di genere promossa in tutto il territorio dell’Ambito.
Coordinerà i lavori Luigi Caccuri-Responsabile Ufficio di Piano Ambito Mola di Bari.
Il Servizio Antiviolenza “Il Melograno”, fortemente voluto dall’Amministrazione dei Comuni dell’Ambito Territoriale Sociale di Mola di Bari, contando sull’impiego di una task-force di operatrici professioniste del settore, che agiranno in sinergia costante con l’Equipe Multidisciplinare contro la violenza e il maltrattamento d’Ambito territorialmente competente, con i Servizi Territoriali e le Istituzioni, costituirà uno snodo e un naturale punto di riferimento per l’Ambito, e per tutti i cittadini dell’area.
L’obiettivo è quello di accogliere donne vittime di violenza, e di realizzare interventi di formazione, tutela, prevenzione e trattamento in relazione alle diverse forme di abuso, maltrattamento, e violenza, fornendo consulenza sulle modalità di rilevazione, segnalazione e presa in carico nei casi conclamati o sospetti. Il servizio antiviolenza comprenderà: attività di consulenza, sostegno psicologico; percorsi educativi-relazionali di reinserimento sociale e lavorativo; accompagnamento legale; attività di sensibilizzazione, informazione e prevenzione; pronto intervento; formazione; consulenza nelle scuole su tematiche di violenza e bullismo.
Gli sportelli di Front-office sono aperti a Mola di Bari nella giornata del martedì dalle ore 10.00 alle ore 12.00 presso i Servizi Sociali del Comune in via De Gasperi, 137; a Noicattaro il mercoledì dalle ore 10.00 alle ore 12.00 presso i Servizi Sociali del Comune in via Pietro Nenni, 11; a Rutigliano il venerdì dalle ore 14.30 alle ore 16.30 presso i Servizi Sociali del Comune in piazza Kennedy. E’ inoltre attivo il numero telefonico h24 0804953712.
Il Servizio antiviolenza il Melograno ha accolto a partire dal mese di maggio 2015 un totale di ventiquattro utenti dell’Ambito ed ha attivato attività di sensibilizzazione in otto Istituti scolastici del territorio sulle tematiche di esplorazione dell’affettività e della gestione non violenta dei conflitti parallelamente ad un’attività di formazione sulle tematiche dell’abuso e del maltrattamento rivolta a docenti e genitori. Inoltre si realizzeranno incontri di sensibilizzazione su temi connessi al bullismo ed al cyberbullismo. Si intendono, così, rafforzare e diffondere l’azione di prevenzione e la sensibilizzazione sul territorio implementandone l’efficacia a favore delle donne, di un necessario mutamento culturale, che favorisca la parità di genere, e di politiche di genere più efficienti ed adeguate.





 

Commenta la notizia - Regolamento


Consigliati