Grazie al Movimento Schittulli il PD attacca Bovino PDF Stampa E-mail
Polignano a Mare - Politica  /  Scritto da Redazione - Giovedì 26 Agosto 2010 11:58

POLIGNANO - Riceviamo e pubblichiamo dal neo segretario del PD una nota relativa al manifesto del gruppo Schittulli.





"Gli eventi politici di questa calda estate polignanese impongono a tutti i cittadini una riflessione sulla situazione amministrativa, dimostrando che il detto secondo il quale "tutti i nodi vengono al pettine" è quantomai attuale. In realtà la crisi del centrodestra polignanese e dell'attuale amministrazione Bovino ha radici in un passato neanche poi tanto lontano, quando cioè il primo cittadino mostra un comportamento altalenante, defenestrando assessori meritevoli e pescandone altri nel centrosinistra, riservando per se la delega alla Polizia Municipale e al Personale (interim che forse un giorno vorrà lasciare per permettere alla macchina amministrativa di funzionare al meglio!). Viste le diverse identità che rappresentano attualmente la giunta e la maggioranza, è un dato inconfutabile che la gestione della Res Publica rimane tutt'altro che corrispondente alle reali esigenze della nostra collettività e si caratterizza per gravissime inadempienze riguardo ai dettami di correttezza e buona gestione politico-amministrativa,in quanto lo stato di abbandono e degrado in cui versa la nostra città è palese. Inoltre è ormai evidente che L'amministrazione in carica, nel corso di questi anni di gestione di Polignano, ha dimostrato di non avere alcuna considerazione della volontà espressa dall'elettorato ed ha tradito -di fatto-il programma elettorale presentato alla città durante la campagna elettorale. Dopo le continue denunce di incapacità dell'attuale amministrazione espresse dall'opposizione e dalla cittadinanza tutta, finalmente se ne sono accorti anche i consiglieri di maggioranza: Eugenio Scagliusi con il suo movimento "operazione Neapolis" prende le distanze dall'amministrazione Bovino da cui è stato nominato Presidente del Consiglio. Dopo neanche un mese gli fa eco il consigliere Onofrio Torres, che interroga il sindaco su questioni come cimitero e porto sulle quali l'opposizione ha per mesi incalzato senza ottenere risposta. Siamo davvero agli antipodi della politica: la maggioranza critica se stessa e lo fa apertamente, in maniera plateale, alla luce del sole. Cosa vuol dire? Il Sindaco è ancora sicuro di avere la maggioranza per continuare a governare? È ancora sicuro che i suoi 13 consiglieri comunali siano disposti a seguirlo senza contestare le decisioni e le modalità con cui tali scelte vengono assunte? Il primo cittadino è al capolinea della sua esperienza politica: è la fine del "bovinismo", un sistema amministrativo che dimentica la gestione del paese! Un paese dimenticato anche in Provincia: nonostante il Sindaco sia in maggioranza, nel bilancio di previsione non vi è un centesimo a disposizione per il nostro paese. Alla luce di quanto emerso, il Partito Democratico chiede che venga convocato un Consiglio Comunale con ordine del giorno "misure urgenti per il miglioramento della vivibilità e chiarimenti in merito alle opere pubbliche incompiute" in cui finalmente affrontare tematiche di interesse comuni quali la situazione insostenibile dei rifiuti, il cimitero, il porto turistico, la pista ciclabile, la sicurezza nel nostro paese. Un consiglio comunale richiesto facendo appello sia alla volontà di dialogo più volte espressa dal primo cittadino - dialogo sia con il sottoscritto che con il  cons. Vitto come dallo stesso Sindaco dichiarato -  che per quella famosa ed immancabile "onestà intellettuale" di cui il primo cittadino si fa cavaliere e promotore!"

Dott. Domenico Scagliusi
Coordinatore circolo PD Polignano

 

Commenta la notizia - Regolamento


Consigliati