aggiornato il 29/10/2011 alle 8:54 da

Le strisce blu fruttano 150 mila euro l’anno

CASTELLANA – strisce_bluSono trascorsi due anni da quando anche nel Comune di Castellana Grotte sono stati introdotti i parcheggi a pagamento nelle principali vie cittadine (ottobre 2009). Nei giorni scorsi, così come previsto dalla convenzione che li ha istituiti, i vertici dirigenziali dell’azienda umbra SIS, leader nel settore, si sono incontrati con il sindaco Franco Tricase e con l’assessore alla polizia municipale Sante Camastra per fare il punto della situazione su quello che è stato il servizio svolto nel corso dell’ultimo anno. Dal monitoraggio fatto, l’azienda ha potuto registrare un ottimo riscontro, a dimostrazione che gli abitanti della città delle Grotte dopo qualche polemica iniziale hanno ben accettato la cosa, che permette loro di trovare più facilmente parcheggio nei punti nevralgici della nostra città. Nel frattempo, in queste settimane, come da contratto, a spese della società SIS si è provveduto al ripristino di tutta la segnaletica orizzontale che delimita le zone di sosta a pagamento. Volendo sviscerare un po’ i numeri di questo servizio possiamo dire che nel corso dell’ultimo anno (che va da settembre 2010 ad agosto 2011) la ditta SIS ha raccolto, dalle macchinette, circa 95 mila euro. Di questa somma, così come previsto dal contratto, il 31% va a finire nelle casse comunali. Nel caso specifico, dunque, il nostro Comune ha incassato poco meno di 30 mila euro. Capitolo multe. Nell’ultimo anno i due ausiliari del traffico preposti al controllo hanno effettuato circa 1600 contravvenzioni, per un totale di 50mila euro. Le multe, infatti, sono di due tipi: 39 euro per chi non espone proprio il tagliando e 24 per chi, invece, ha il tagliando scaduto.

© Riproduzione riservata 29 Ottobre 2011