aggiornato il 19/07/2012 alle 14:50 da

L’Avpa presenta la seconda edizione del campo “Anche io sono la protezione civile”

unita_cinofileCASTELLANA – L’associazione pubblica assistenza Avpa, in collaborazione con Anpas e con il patrocinio del Comune di Castellana Grotte, organizza per il secondo anno il campo scuola “Anch’io sono la protezione civile”, progetto finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per la protezione civile. Dopo il successo della precedente edizione, altri venti ragazzi di età compresa tra i 10 e 18 anni avranno la possibilità di vivere una settimana “da campo” da lunedì 23 a domenica 29 luglio alloggiando e seguendo incontri, lezioni, corsi e simulazioni nella struttura messa in piedi dagli stessi volontari castellanesi presso il campo comunale di via Turi, via Sandro Pertini angolo via Turi (zona 167). Con l’obiettivo di far conoscere le strutture a servizio del territorio e sensibilizzare i più giovani a dare un utile contributo al proprio paese, i ragazzi, accompagnati da esperti, vivranno esperienze di varia natura e affronteranno argomenti legati al Sistema Nazionale di Protezione Civile, alla prevenzione degli incendi boschivi, ai piani comunali e allo studio del territorio.L’intenso programma prevede per lunedì 23 luglio a partire dalle ore 10 l’accoglienza, il saluto da parte del presidente Avpa Domenico Galizia e la sistemazione del campo. Nel corso della settimana ci saranno tra le altre, visite alla centrale operativa del 118 di Bari (mercoledì 25 luglio), alla sala operativa della Protezione Civile di Bari (giovedì 26 luglio) e al distaccamento dei Vigili del Fuoco (venerdì 27 luglio). Ai diversi momenti di gioco e svago, si alterneranno lezioni sulla struttura della Protezione Civile (martedì 24 luglio), sul primo soccorso (mercoledì 25 luglio), simulazioni sanitarie  e sullo spegnimento di incendi (venerdì 27 luglio) e sulla predisposizione del piano di Protezione Civile Comunale con interventi da parte di esperti e tecnici. Domenica 29 luglio i giovani partecipanti riceveranno i loro attestati “portando a casa, si spera – ha sottolineato il presidente Galizia – un’esperienza formativa ricca, nella quale avranno potuto sperimentare l’importanza del lavoro di squadra e apprezzare le soddisfazioni e le difficoltà di rimboccarsi le maniche per preservare il proprio territorio”.

© Riproduzione riservata 19 Luglio 2012