aggiornato il 05/10/2012 alle 12:28 da

Turismo in calo, le Grotte limitano i danni

Cisternino_GrotteCASTELLANA – Invertire la tendenza in un periodo di crisi, contenere le perdite e, se possibile, far segnare anche dei piccoli risultati positivi. Un’impresa, soprattutto in questo particolare momento storico, riuscita al consiglio d’amministrazione della società Grotte. La squadra guidata dal presidente Cosimo Cisternino si è insediata nello scorso maggio ereditando un -20% di presenze rispetto all’anno precedente. Grazie ad una strategia mirata e ad un settembre finalmente positivo la perdita, a fine settembre, è stata limitata all’11-12%. Al 30 settembre le Grotte di Castellana contano 202.000 turisti (nel 2011 erano 226.000). Ad illustrare a Fax i dati e le strategie adottate il presidente Cisternino. “Quando ci siamo insediati i dati facevano segnare un -20%. Abbiamo subito deciso di cambiare registro e pianificare bene, prima di tutto, la politica di comunicazione. Abbiamo sistemato dei totem urbani nelle principali città d’arte del territorio e abbiamo distribuito 120mila depliant in italiano e in lingua in tutti gli uffici APT e IAT della Puglia (da Vieste ad Otranto). Due hostess poi hanno distribuito il nostro materiale pubblicitario in tutte le strutture alberghiere nel raggio di 100 chilometri (a sud fino ad Otranto), alberghi soprattutto ma anche B&B e ristoranti. Importanti anche le partnership con alcuni parchi a tema del circondario: Miragica di Molfetta e Splash di Gallipoli, oltre a quella già in essere con lo Zoo Safari di Fasano”. Novità che, nel tempo, hanno portato i primi risultati e, soprattutto, frenato la discesa. Se a giugno le presenze hanno confermato il -20% di maggio, a luglio e ad agosto si è scesi rispettivamente a -12% e -15%, fino ad arrivare al +2% di settembre.

Sull’edizione di Fax che sarà in edicola domani mattina l’intervista completa al presidente Cisternino.

© Riproduzione riservata 05 Ottobre 2012

Non ci sono commenti, di la tua qui sotto!


Aggiungi un commento