aggiornato il 29/12/2012 alle 13:31 da

Chiude il pronto soccorso di Castellana. Al suo posto un punto di primo intervento

pronto_soccorsoCASTELLANA – Dal primo gennaio del 2013 la città delle Grotte perderà il suo pronto soccorso. Contestualmente, nei locali dell’IRCCS “Saverio De Bellis”  sarà attivato un punto di primo intervento che sarà poi trasferito nella Casa della Salute di via Francesco Valente, appaltata proprio in questi giorni. I dettagli sono illustrati nel Protocollo d’Intesa siglato il 19 novembre scorso dal direttore generale del De Bellis Nicola Pansini e dal direttore generale dell’ASL BA Domenico Colasanto. La chiusura del locale pronto soccorso era già stata sancita, nel dicembre 2009, dalla Regione Puglia con il nuovo assetto del servizio di emergenza urbana. Ciononostante era rimasto attivo per altri tre anni, formalmente trasformato in un’Unità Operativa di Medicina d’Urgenza e Accettazione, in contrasto con la normativa nazionale sugli IRCCS, gravando tra l’altro sui bilanci dell’ente castellanese. La Regione in questi anni ha più volte sollecitato l’attivazione del punto di primo intervento i cui costi gestionali, invece, saranno sostenuti dalla ASL. Nella necessità, quindi, di dare piena attuazione alle disposizioni regionali e tenendo conto dell’indisponibilità di prorogare, oltre il 7 gennaio 2013, i contratti a tempo determinato delle unità mediche del pronto soccorso si è, quindi, arrivati alla sigla del Protocollo d’Intesa. Il dispositivo stabilisce, tra le altre cose, che il “De Bellis”, in caso di necessità, garantirà prestazioni d’emergenza e urgenza cliniche specifiche della struttura e che la ASL BA qualora utilizzi i servizi diagnostici-strumentali e di laboratorio analisi dell’IRCCS dovrà riconoscere e corrispondere l’importo delle prestazioni sanitarie eseguite ai pazienti del punto di primo intervento, secondo le previste tariffe regionali. L’ASL BA, inoltre, provvederà ad assicurare, con proprio personale medico convenzionato, il servizio per il punto di primo intervento, mentre il personale infermieristico attualmente in servizio presso il pronto soccorso resterà nella dotazione organica dell’IRCCS “De Bellis”.

© Riproduzione riservata 29 Dicembre 2012