aggiornato il 05/07/2013 alle 9:12 da

Aule contese, botta e risposta tra genitori

frontale angiulliCASTELLANA – I genitori degli alunni della scuola elementare Andrea Angiulli replicano ai “colleghi” dell’Alberghiero sulle tre aule contese tra le due scuole. Di seguito pubblichiamo la lettera della componente dei genitori del consiglio di istituto del comprensivo Angiulli-De Bellis.
“Negli ultimi mesi in diverse occasioni, anche ufficiali, genitori, alunni e insegnanti della scuola primaria Angiulli si sono sentiti promettere che per il prossimo anno scolastico 2013-2014 avrebbero, finalmente, ripreso possesso di tutta la struttura scolastica, che da anni condividono con l’ IPSSEOA, meglio noto come istituto Alberghiero, trasferotosi nel nuovo plesso in c.da Rosatella.
Purtroppo, però, anche quest’anno i più di 500 alunni della scuola primaria Angiulli, già penalizzati da circa 30 anni, rischiano di perdere gli ambienti scolastici loro promessi da tempo e assolutamente necessari per garantire pienamente il diritto allo studio previsto per la scuola dell’obbligo. E’, infatti, oltremodo necessario reperire ulteriori spazi per lo svolgimento delle attività didattiche degli alunni frequentanti la predetta scuola primaria, anche in considerazione del notevole numero di iscrizioni per il prossimo anno scolastico e delle evidenti carenze di ambienti scolastici del plesso Angiulli. I locali in dotazione alla scuola primaria risultano da tempo insufficienti per soddisfare le esigenze educative e didattiche degli alunni, anche in considerazione dei nuovi spazi resisi necessari a seguito dell’accorpamento con la scuola media. Il dirigente e gli insegnanti hanno cercato, in questi anni, con enorme sforzo di garantire comunque lo svolgimento delle attività laboratoriali, diventate imprescindibili per un’offerta formativa di qualità, secondo le ultime indicazioni nazionali per il curricolo della scuola di base. Sono stati, infatti, allestiti nelle stesse aule di lezione, attività di laboratorio scientifico, grafico-pittorico e manipolativo, ma vivendo il disagio di trasferire ogni volta il materiale necessario già da tempo in dotazione alla scuola. Stesso discorso vale per la biblioteca, costituita da oltre 1000 libri che vengono distribuiti ogni anno nelle aule piuttosto che essere sistemato in un apposito spazio. Manca, altresì, uno spazio polifunzionale, ampio e libero da ingombri e questa mancanza rende faticosa l’attuazione di una serie di attività curricolari ed extracurricolari. Ed ancora, manca una sala mensa che consenta anche alla nostra scuola primaria di attivare il tempo pieno. Questa situazione ormai divenuta intollerabile ha generato una mobilitazione dei genitori degli alunni nonché del personale scolastico dell’istituto comprensivo Angiulli-De Bellis, sfociata in una petizione rivolta al sindaco, con la quale ben 596 persone hanno chiesto nuovamente e a gran voce, se ancora ve ne fosse bisogno, l’assegnazione degli ambienti scolastici del plesso “Angiulli”, finalmente liberatisi a seguito del trasferimento dell’IPSSEOA nella nuova e confortevole sede di c.da Rosatella.  Successivamente abbiamo ottenuto dal sindaco, all’uopo sensibilizzato dal consiglio di istituto del comprensivo Angiulli- De Bellis, almeno la disponibilità per il prossimo anno scolastico di 3 ambienti scolastici del piano terra, con l’auspicio di riappropriarci dell’intera struttura a partire dell’anno scolastico 2014-2015. La disponibilità delle tre aule è stata confermata espressamente dal sindaco nella nota prot. n. 12116 datata 28.06.2013, inviata al nostro dirigente scolastico prof. M. Buttiglione. E così finalmente dopo tanti anni ritenevamo di aver ottenuto il sia pur parziale riconoscimento delle nostre legittime aspettative. Purtroppo recentemente abbiamo appreso che l’amministrazione provinciale ha deciso che saranno nuovamente utilizzate dall’ex istituto Alberghiero le 13 aule allocate presso la sede succursale di via Dante, incluso il piano terra dell’istituto Angiulli in cui vi sono le 3 aule destinate alla nostra scuola primaria. Ma vi è di più: questi ambienti scolastici del piano terra del plesso Angiulli probabilmente saranno utilizzati dall’IPSSEOA non per allocarvi gli uffici amministrativi, ormai spostati nella nuova splendida sede, ma per ospitare le classi quarte e quinte della predetta scuola secondaria.
Ci preme far presente ai genitori degli alunni dell’IPSSEOA che in questi giorni protestano contro il sindaco, che le scuole primarie sono di competenza del Comune, che si deve innanzitutto preoccupare di far studiare nelle migliori condizioni i suoi piccoli cittadini, mentre, come è noto, le scuole secondarie di secondo grado sono di pertinenza della Provincia. Sorge quindi spontanea la domanda: come mai la Provincia non ha disposto l’utilizzo di aule verosimilmente non occupate presso l’ITC Pinto-Anelli, che è passato dai 2000 iscritti degli anni scorsi agli attuali 749? Vi è dunque la soluzione al problema: è già disponibile sul territorio castellanese una struttura di proprietà della Provincia di Bari che può ospitare gli alunni dell’IPSSEOA! Tale soluzione consentirebbe all’ex istituto Alberghiero di avere la sede distaccata presso il plesso scolastico del “Pinto-Anelli”, più vicina alla sede centrale di c.da Rosatella, più vicina alla stazione ferroviaria, dato l’alto numero di studenti non residenti, rispetto alla scuola primaria Angiulli, i cui ambienti scolastici dovrebbero essere trasformati da uffici amministrativi in aule, laddove gli ambienti disponibili presso il Pinto-Anelli sono già attrezzati con banchi, sedie e quant’altro, con evidente risparmio economico per la Provincia. Inoltre probabilmente sarebbe anche possibile un’ottimizzazione degli spazi già nella disponibilità dell’IPSSEOA al fine di ricavare le aule necessarie.  Non si riesce a comprendere come mai ci siano soluzioni semplici, immediate ed economiche che non siano prese in considerazione dalle amministrazioni competenti.
Confidiamo in una soluzione che contempli e soddisfi le esigenze dei due ordini di scuola, entrambe assolutamente meritevoli di tutela”.
La componente dei genitori del consiglio di istituto del comprensivo Angiulli-De Bellis
LEGGI ANCHE https://faxonline.it/castellana/attualita/8617-alberghiero-senza-aule-comitato-genitori-in-agitazione

© Riproduzione riservata 05 Luglio 2013