aggiornato il 11/02/2012 alle 8:06 da

Denunciati i proprietari di un’area sottoposta a vincoli

Alberobello_RIDIMCASTELLANA – Ancora una volta il Corpo Forestale dello Stato interviene in difesa dell’ambiente. Il personale del Comando Stazione Forestale di Alberobello, in data 31.01.12, durante il sopralluogo di un fabbricato rurale sito in agro di Castellana Grotte sulla Strada Provinciale per Alberobello, ha rilevato la presenza di una notevole quantità di rifiuti inerti non pericolosi provenienti da attività di demolizione e ristrutturazione edile (ceramiche, cemento, mattoni, terre e rocce da scavo e piastrelle). Gli inerti, in parte livellati a formare dei terrazzamenti ed in parte accumulati, ricoprivano un’area di circa 700 mq di pertinenza del fabbricato.

Rilevata anche la realizzazione di una strada, di un piazzale e di un piccolo recinto in materiale tufaceo stratificato di forma circolare, il tutto eseguito in totale assenza di autorizzazioni paesaggistico – ambientali in una zona sottoposta a vincolo geomorfologico, architettonico e archeologico (zona Trulli).

Tale condotta ha causato un’alterazione permanente ed irreversibile dello stato dei luoghi, sottoposti a speciale protezione dell’autorità, in quanto con il livellamento ed innalzamento del piano di campagna, i proprietari hanno modificato l’assetto geo-morfologico della porzione di terreno interessata dalla discarica abusiva, deturpando la bellezza naturale dei luoghi.

Pertanto i forestali hanno proceduto al sequestro dell’area interessata e al deferimento, presso l’Autorità Giudiziaria, dei proprietari della stessa residenti a Castellana Grotte, per l’accumulo ripetuto sul suolo di una notevole quantità di rifiuti speciali non pericolosi, configurando una discarica abusiva, nonché per l’alterazione in modo irreversibile dello stato dei luoghi in assenza di qualsivoglia autorizzazione.

© Riproduzione riservata 11 Febbraio 2012

Non ci sono commenti, di la tua qui sotto!


Aggiungi un commento