aggiornato il 16/03/2012 alle 15:41 da

Comandante Polizia Municipale, 14 persone indagate

CASTELLANA – comune_CASTQuattordici avvisi di chiusura indagini sono stati notificati, il 2 marzo scorso, dalla Procura di Bari al sindaco Franco Tricase, agli assessori Sante Camastra, Alfonso Carpinelli, Andrea Rinaldi e Luisa Simone, agli ex assessori Enrico Messina, Armando Ramirra e Giovanni Romanazzi, al segretario comunale Francesco Intini, ai funzionari comunali Renato Contento, Margherita D’Onghia, Elisabetta Manghisi e Marcella Rossi e al dipendente comunale Giangrazio Ivone (coinvolto in un solo capo d’imputazione quale membro della commissione giudicatrice della procedura di selezione pubblica) indagati, a vario titolo, per abuso d’ufficio, falso e sottrazione di documenti. La vicenda è legata all’assunzione del comandante della Polizia Municipale Oronzo Cisternino. Secondo la tesi, sostenuta dal pm inquirente Emanuele De Maria, sarebbe stata ostacolata e ritardata l’immissione in servizio del comandante che nel 2006 vinse il concorso bandito dall’allora giunta Pinto. Pur in presenza di sentenze favorevoli del TAR Puglia e del Consiglio di Stato, Cisternino è riuscito ad entrare in servizio, dopo ben tre provvedimenti esecutivi  del Giudice del Lavoro, soltanto  il 3 agosto del 2010 (data di stipulazione del contratto di lavoro). Sull’edizione di Fax in edicola domani ulteriori approfondimenti e le dichiarazioni del sindaco Tricase.

© Riproduzione riservata 16 Marzo 2012