aggiornato il 21/07/2010 alle 10:19 da

Maltratta la moglie che non ha comprato il pane fresco

CASTELLANA – Col pretesto di non avergli fatto trovare del pane fresco per cena, maltratta la moglie con violenza per l’ennesima volta e finisce in carcere. È quanto hanno accertato i carabinieri della Stazione di Castellana Grotte, che nella serata di martedì hanno arrestato un 40enne del luogo, con l’accusa di maltrattamenti in famiglia, lesioni personali e minacce gravi. Vittima dei maltrattamenti è una giovanissima donna di origine albanese, che durante il breve periodo della convivenza coniugale, è stata spesso vittima di episodi violenti da parte del compagno, tanto che la stessa aveva già sporto denuncia per un’aggressione subita lo scorso mese di febbraio. L’ennesimo episodio, però, ha spinto i vicini di casa della malcapitata, allarmati dalle urla provenienti dall’abitazione, a richiedere l’intervento di una pattuglia dell’Arma. Piombati sul posto, ai militari, dopo numerose insistenze, ha aperto il 40enne, che dichiaratosi immediatamente “meravigliato” per il loro arrivo, riferiva che non era successo nulla. In realtà, il tempestivo intervento della pattuglia ha sicuramente evitato conseguenze peggiori per la malcapitata, ancora in preda ad una crisi di pianto, in palese stato di agitazione. La presenza dei carabinieri ha dato coraggio alla donna, che ha “vuotato il sacco”: l’ennesima aggressione del coniuge era scaturita dal non aver trovato pane fresco per cena. Condotto in caserma e valutata la situazione, attesa la necessità di garantire l’incolumità della ragazza, i militari hanno tratto in arresto il 40enne, successivamente rinchiuso nel carcere di Bari.

© Riproduzione riservata 21 Luglio 2010