aggiornato il 21/02/2014 alle 15:31 da

La Polizia Stradale arresta una nomade con 86 diverse identità

polizia stradaleCASTELLANA – Gli agenti della Polizia Stradale di Castellana Grotte hanno posto fine alla latitanza di Sabrina Sulic, nomade di 29 anni, sulla quale pendeva un mandato di cattura emesso dall’Ufficio Esecuzioni Penali del Tribunale di Siracusa. Nei giorni scorsi, sulla SS16, si verificava un sinistro stradale che vedeva coinvolte 4 persone, il conducente faceva perdere le proprie tracce mentre rimanevano lese una donna nomade di giovane età e tre minori. Sul posto interveniva una pattuglia della Polizia Stradale per i rilievi del caso, che insospettita dall’accaduto effettuava accertamenti anche sull’identità della donna. La nomade alias “Sabrina Sulic”, al momento del controllo di polizia risultava fotosegnalata per ben 86 volte presso diverse Questure d’Italia e ricercata per sentenze passate in giudicato dal 2007 al 2011, avendo accumulato una pena complessiva di 19 anni, 1 mese e 5 giorni, per eventi delittuosi “furto in appartamento” accertati dai Tribunali di Aosta, Bari, Napoli, Trieste, Latina, Agrigento e Siracusa. I tre minori unitamente ad altri tre, tutti figli della nomade, venivano affidati alla vicina di “camper” del campo nomadi, la quale ne accettava la custodia. Dopo le formalità del caso, Sabrina Sulic è stata associata al carcere di Bari.

© Riproduzione riservata 21 Febbraio 2014