aggiornato il 05/11/2010 alle 15:44 da

Assessori e partiti a sostegno di Tricase

CASTELLANA – sindaco-giuntaNessuna svolta importante ma tante novità. Può essere archiviata così questa seconda settimana (ufficiale) di verifica all’interno della maggioranza che regge il sindaco Tricase. La prima novità della settimana è la “discesa in campo” dei sette assessori che, insieme ai coordinatori dei partiti che nel 2007 diedero vita alla coalizione Castellana Futura, hanno sottroscritto un documento di sostegno al sindaco Tricase e nel quale chiedono ufficialmente di essere ammessi alle riunioni della verifica in corso, al momento aperte ai soli consiglieri comunali. Da registrare anche la firma di Armando Ramirra (Castellana Democratica) che evidentemente ha preferito non distinguersi dai suoi colleghi di giunta. Giovedì sera, intanto, si è svolta la seconda riunione fra il sindaco e nove consiglieri “ribelli”. L’incontro si è tenuto nello storico palazzo della Democrazia Cristiana di via Sonnino. Il primo cittadino si è detto pronto ad accettare il rimpasto, chiedendo, però, ai consiglieri di entrare in giunta: in pratica i nomi dei due (o tre) nuovi assessori dovrebbero uscire, nelle intenzioni del sindaco, uno dal trittico Bellino, Centrone e Michele Miccolis e l’altro da quello formato da Bianco, Sgobba e Massimiliano Miccolis (il terzo prevederebbe una staffetta in Castellana Democratica). I “ribelli” hanno risposto chiedendo, invece, assessori esterni, oltre al balletto di deleghe che il sindaco vorrebbe evitare. Con le parti evidentemente lontane, Tricase ha preso ancora una volta tempo dando appuntamento alla prossima  riunione, quando non sappiamo se verrà “recepito” il documento di cui sopra e se la verifica sarà quindi allargata anche ai sette assessori e ai coordinatori dei partiti che sostengono Tricase.

© Riproduzione riservata 05 Novembre 2010

Non ci sono commenti, di la tua qui sotto!


Aggiungi un commento