aggiornato il 18/10/2011 alle 10:52 da

Bcc Nep, vittoria al tiebreack contro Città di Castello

CASTELLANA – di_pinto_new_materHa portato bene il cambio di panchina alla Bcc Nep Castellana Grotte che al quarto tiebreak in quattro giornate espugna l’ostico campo di una delle contendenti alle prime posizioni del campionato, il Città Di Castello di Rosalba e Giombini. Senza Salgado e con Maric tenuto fuori dalla mischia in attesa del suo pieno recupero, Di Pinto ha puntato su Castellano a supporto in attacco  di Milushev e Rodriguez oltre che su un atteggiamento di squadra più compatto. Dopo un primo set difficoltoso i pugliesi si sono sbloccati conducendo la gara in maniera autoritaria, mollando un attimo la presa solo in alcuni frangenti del quarto set il cui andamento è stato condizionato peraltro  da un cartellino giallo inflitto alla panchina gialloblù.

Buona dunque la prima per Vincenzo Di Pinto al suo nuovo esordio con Castellana Grotte che mette in cascina due punti importanti che servono subito ad accorciare la classifica oltre che a ridare morale a tutta la squadra.
“La cosa più importante in questa giornata era il risultato – afferma il tecnico turese – dopo solo una settimana di lavoro era difficile dare una impostazione diversa ai ragazzi quindi abbiamo puntato su alcune situazioni specifiche di gioco  importanti per raggiungere il risultato.  Abbiamo perso il primo set tecnicamente, volevamo fare le cose preparate in settimana ma non le abbiamo fatte come previsto. I nostri avversari sono stati bravi nel non darci riferimenti con la battuta  e ci hanno messo in difficoltà. Poi la partita è cambiata una volta chiariti quegli aspetti che ci erano mancati nel primo set. Si è lavorato bene col muro/difesa ed i nostri attaccanti hanno cominciato a far male. Peccato per quella pausa nel quarto parziale ma direi che abbiamo meritato la vittoria.”
Un quarto set in cui qualche recriminazione è rimasta.
“Loro sono partiti meglio ma dopo il primo tempo tecnico avevamo recuperato e giocavamo punto a punto. In una palla contestata sono intervenuto nei confronti della mia squadra per placare un accenno di protesta ma l’arbitro ha frainteso ed ha dato a me il cartellino. Questo è un altro aspetto sul quale dobbiamo lavorare per evitare ulteriori distrazioni in campo; l’arbitraggio non ci deve interessare, durante le partite dobbiamo solo pensare a fare quel per cui abbiamo lavorato in settimana”.
Una vittoria questa che indubbiamente rilancia le ambizioni pugliesi in campionato prima della seconda trasferta consecutiva in quel di Cantù.
“Vincere è importante per acquisire fiducia e quella cultura vincente necessaria per ottenere gli obiettivi. Sono due punti importanti che ci permettono ora di lavorare al meglio  per migliorare gioco ed anche il modo di stare in campo; abbiamo iniziato da poco a lavorare insieme e abbiamo tanto da migliorare; cosa che faremo di settimana in settimana.”

In foto il tecinco Di Pinto.

© Riproduzione riservata 18 Ottobre 2011