aggiornato il 21/10/2011 alle 11:41 da

Sideout, debutto interno e poi happy hour

CASTELLANA – side_out_castellanaSarà un weekend quanto meno intenso, quella programmato in agenda per la squadra e lo staff di Sideout Castellana, formazione iscritta al campionato regionale di serie C girone A di pallavolo maschile. Due le iniziative in calendario, entrambe per domenica 23 ottobre.

Si comincia alle ore 18 quando alla Palestra Comunale Andrea Angiulli si giocherà la partita tra Sideout Castellana e Pallavolo Andria, gara valida per la seconda giornata di campionato. In quello che di fatto è il debutto casalingo stagionale, la formazione blu-arancio allenata da Rinaldi cercherà conferme rispetto al positivo esordio di sette giorni nel derby giocato con i “cugini” della Materdominivolley.it Castellana (vittoria per 1-3). Di fronte una formazione, l’Andria, che al primo turno ha battuto 3-0 la Trivianum Triggiano dimostrando altrettanto talento.

Alle ore 20,30, invece, presso la Palestra Fit for Fun (fornitore ufficiale di Sideout sita in via Monopoli a Castellana Grotte), Happy hour con la pallavolo castellanese per dirigenti, tecnici, atleti e sostenitori di Sideout e di Volley Castellana (la società di pallavolo femminile della Città delle Grotte), prima di una serie di iniziative che saranno messe in campo dallo staff di Sideout per aumentare il coinvolgimento del pubblico e dei tifosi del volley castellanese.

“Non sarà solo un momento per rilassarsi dopo un weekend di partite – ha commentato il direttore generale di Sideout, Marco Plini a proposito del curioso ‘terzo tempo’ organizzato per domenica sera – Sarà anche e soprattutto un momento conviviale per mettere nella stessa stanza e attorno allo stesso tavolo gli atleti delle squadre, i dirigenti, i collaboratori e gli appassionati del nostro club e del club Volley Castellana. Questo appuntamento sarà ripetuto nel corso della stagione, sperando magari di spostarlo all’interno del palazzetto nell’immediato post partita, tanto da poter invitare anche la squadra avversaria. Sarebbe un bel segnale di amicizia, simbolo dei grandi valori che ancora sopravvivono in uno sport competitivo come la pallavolo”.

© Riproduzione riservata 21 Ottobre 2011