aggiornato il 04/11/2011 alle 11:29 da

Basket Castellana, sfida al vertice a Fasano

CASTELLANA – basket_castellanagonnella-davide-2011Se si lasciano parlare i numeri, la sfida che domenica 6 novembre alle ore 18 andrà in scena al tensostatico di Fasano ha tutte le caratteristiche di una emozionante sfida di vertice. Dieci punti a testa, cinque successi e una sola sconfitta, due quintetti esperti e tanti ex. Questa la sintesi del match tra Basket FasanoHairpro Basket Castellana, settimo turno del campionato di serie C regionale di basket maschile. Per i castellanesi è anche la seconda trasferta consecutiva, dopo la vittoria di sei giorni fa sul campo della Nike Terlizzi. Si affronteranno due delle cinque squadre che al momento guidano la graduatoria, due team distanti pochi km geograficamente e vicini in fatto di filosofia societaria. Giocatori esperti della categoria che conoscono bene i campi sia da una parte che dall’altra. I protagonisti della sfida, infatti, si incrociano da diversi anni sui parquet di C1, C2 e serie D e daranno vita sicuramente ad una sfida ricca di spunti tecnici.

Da una parte il team di Gonnella, dall’altro quello guidato da Massimo Cazzorla che conta tra le sue fila gli ex Gentile, Manchisi e Damasco e giocatori che l’Hairpro ha sempre incontrato negli ultimi tre anni come De Leonardis e Sordi. Gente insomma, che ha nel campionato di C regionale il suo habitat naturale.

Una sfida difficile quanto importante così come sottolineato dal direttore generale castellanese Victor Casulli: “Loro sono forti, galvanizzati dal successo nei minuti finali conquistato a Barletta e giocano su un campo difficile per gli ospiti come quello di Fasano. Sappiamo che, seppur essendo una matricola, Fasano può già pensare da grande e vedo questa come una delle trasferte più difficili dell’intera stagione. Nostra prerogativa è fare quanti più possibili in casa e vincere un buon numero di gare in trasferta. In caso di successo potremmo avere una svolta positiva per la nostra stagione”.

Arbitreranno i signori Calella e Perrone.

© Riproduzione riservata 04 Novembre 2011