aggiornato il 07/11/2011 alle 10:00 da

Canosa battuto con nove uomini in campo, impresa del Castellana

CASTELLANA – castellana_calcio_longo_domenicoQuando si dice “gettare il cuore oltre l’ostacolo”. Il Castellana Calcio si è reso protagonista di un’impresa nell’ottavo turno del girone A del campionato di Promozione. Due espulsioni (Frascati e Marquez) hanno portato la squadra a giocare in 9 dal 60’. Una sfida in salita che il Castellana vince, battendo 4 a 3 il Canosa e raggiungendo proprio i rossoblu di mister Iannone in classifica. La squadra, con la vittoria, si porta quindi in zona playoff in attesa del big match di domenica prossima, quando gli uomini di mister Santostasi saranno impegnati sul campo della capolista Atletico Mola. Mattatore del match, che ha visto assegnati ben tre rigori (due per il Canosa, uno per i biancazzurri) Longo, autore di una tripletta. Di Laneve su rigore l’altra rete dei biancazzurri che hanno subito la doppietta di D’Introno dal dischetto e il gol di Conteduca.

Santostasi deve fare di necessità virtù e cambia ancora formazione. Oltre agli infortunati di “lunga degenza” Biasi, Antonicelli, Anaclerio e Giannoccaro, il tecnico castellanese perde all’ultimo momento anche Lentini, fermo per un risentimento muscolare. Formazione quindi con Pirchio tra i pali, Frascati e Marquez centrali di difesa con Loparco e Morgese terzini, Mazzone, Gentile, Mastronardi, e Cappelletti a centrocampo, Laneve e Longo di punta.

Al 3’ subito bella palla di Laneve per Longo. La punta castellanese calcia a lato. Al 9’ ci prova ancora Longo. Di Leo è bravo a deviare. Al 15’ gran suggerimento di Mastronardi per Laneve, Di Leo compie un autentico miracolo mandano in angolo la conclusione a botta sicura da posizione ravvicinata. Sugli sviluppi del corner Frascati, salito a saltare, viene atterrato in area. Calcio di rigore che Laneve trasforma con freddezza. Tre minuti dopo azione speculare. Marquez fa fallo su Conteduca in area e l’arbitro indica ancora il dischetto ammonendo il difensore argentino. Il Canosa pareggia con D’Introno. Minuto 29: Il Castellana ripassa in vantaggio. Lancio dalla propria tre quarti di Gentile: Longo si inserisce perfettamente e batte Di Leo in uscita. Al 39’ ancora un tiro dal dischetto a favore del Canosa. Fallo di Frascati su Albanese e l’arbitro indica ancora il dischetto degli 11 metri espellendo Frascati per fallo da ultimo uomo. D’Introno mette ancora alle spalle di Pirchio.  Santostasi arretra Gentile nel ruolo di terzino destro, sposta Mazzone al centro della difesa e inserisce Miccolis per Loparco, che accusa un malanno muscolare. Al 45’ ancora Canosa pericoloso. D’Introno si trova a tu per tu con Pirchio che compie un autentico miracolo. Sulla ribattuta Pinto fallisce il 2-3.

Anche in 10 il Castellana non smette di giocare. Al 4’ della ripresa pasticcio difensivo degli ospiti, Longo ruba palla in area, Conteduca e mette alle spalle di Di Leo. Al 55’ incursione di Laneve, contatto con Conteduca ma l’arbitro giudica simulazione la caduta di Laneve e ammonisce il numero 10 castellanese. Cinque minuti più tardi il Castellana rimane in 9. Espulso anche Marquez per doppia ammonizione per un dubbio fallo a centrocampo. Al 64’ Conteduca si lascia cadere in area. De Santis lo ammonisce per simulazione. Al 67’ ci prova Marzocco dalla distanza ma Pirchio blocca sicuro. Minuto 72: il Castellana in 9 trova ancora la via della rete: Cappelletti si inserisce nella difesa ospite e libera Longo. Il 20enne attaccante di mister Santostasi è freddo sottoporta e firma la sua tripletta personale. Al 78’ il Canosa accorcia. Traversone al centro e da pochi passi Conteduca, avanzato in posizione di centrocampista, firma il 4-3. All’86’ Laneve guadagna un corner per tutti tranne che per De Santis che espelle Santostasi per proteste. Gli ultimi assalti del Canosa non portano effetti e il Castellana vince 4-3 tra gli applausi del pubblico.

© Riproduzione riservata 07 Novembre 2011