aggiornato il 12/12/2011 alle 10:39 da

Bcc Nep torna a vincere al Pala Grotte

CASTELLANA – bcc_nep_torna_a_vincereLa Bcc Nep Castellana Grotte torna a vincere al Pala Grotte, battendo il fanalino di coda Atripalda nell’ultima gara casalinga dell’anno. Risultato come da pronostico, con qualche difficoltà in più del previsto. Gli Irpini riescono a vincere un set e lottare sino alla fine nel quarto con gli uomini di Di Pinto apparsi un po’ stanchi ma comunque sempre in grado di portare la partita dalla loro parte. Ci ha pensato Roberto Cazzaniga, entrato nel terzo set, a risollevare gli animi dei propri compagni dopo l’inattesa vittoria del secondo set da parte degli ospiti. Molto positivo in attacco e in battuta, Virus ha chiuso la gara proprio con un servizio vincente regalando i tre punti alla Bcc Nep che adesso potrà riposare qualche ora in più prima di riprendere la corsa su Segrate alla quale ha rosicchiato un punto. Atripalda ha fatto quello che ha potuto e forse anche di più con l’ingresso del castellanese Marcello Bruno al posto di Scialò e spostando l’ungherese Nemeth in posto due, Lorenzoni è riuscito a dare più equilibrio alla squadra ed anche maggiore incisività in attacco. Fra i pugliesi in campo Salgado dall’inizio al posto di Elia al centro insieme a Giosa, Castellano, sia pur non al meglio, e Maric in banda, Milushev in diagonale con Falaschi e Cicola libero: formazione preventivata per gli irpini con Scialò opposto a Paris palleggiatore, D’Avanzo e Cuomo al centro, Nemeth e Gallotta martelli, Coppola libero. Ancora indisponibile il brasiliano De Paula. Grandi applausi ad inizio match per i tre ex Bruno, come detto, Gallotta e Lorenzoni. 

Primo parziale a senso unico con l’attacco castellanese in grande spolvero (72%) e partita che scivola via in maniera quasi imbarazzante. Salgado fa sentire la sua presenza anche a muro ed è lui a chiudere il parziale 25-15.

Attripalda è brava a non mollare cosa che succede invece a Castellana che non azzanna la preda e consente agli irpini una buona reazione anche grazie all’ingresso dell’ex Marcello Bruno in posto 4 con lo spostamento di Nemeth opposto al posto di Scialò. Il set è avvincente e prosegue a strappi con Di Pinto pronto a cambiare i suoi attaccanti che non girano come nel primo parziale. Proprio l’ungherese Nemeth è il protagonista per gli ospiti (7 punti nel set) con gli errori pugliesi in attacco (ben 6) a regalare il pareggio agli ospiti, 25-27

Nel terzo set c’è Cazzaniga  con Maric e Rodriguez alle bande; la musica cambia con attacco e muro che sfondano senza problemi ed il 25-12 ne è la naturale conseguenza.

Nel quarto set la stioria si ripete con la Bcc Nep a corto di concentrazione e i campani che ne approfittano: nonostante il muro efficace dei pugliesei (18 i vincenti in gara) Atripalda riesce a passare anche con l’ex Gallotta; proprio lo schiacciatore salernitano insieme all’errore in attacco pugliese siglano il massimo vantaggio ospite, 15-19, poi il time out di Di Pinto dà i suoi frutti con tre punti consecutivi di Salgado, Rodriguez ed Elia (che aveva rilevato Giosa), 18-19. Di nuovo Rodriguez e un ottimo Cazzaniga impattano a 21   poco prima che il muro di Salgado regali il vantaggio ai padroni di casa, 23-22; Bruno firma l’ultimo pareggio a 23 perché negli ultimi due scambi la protagonista è la battuta, sbagliata quella di Cuomo, vincente quella di Cazzaniga per il 25-23 che riporta i tre punti in casa pugliese e che forse regala qualche sicurezza in più agli irpini che proveranno con tutte le forze a tirarsi fuori dai bassifondi della classifica. 

© Riproduzione riservata 12 Dicembre 2011