aggiornato il 19/01/2012 alle 9:19 da

Castellana domina ed è Final Four

CASTELLANA – DSC_0902Comunicato stampa del 18-01-2012

C’è anche l’AD di lega Massimo Righi al Pala Grotte accompagnato dal Dottor Fistetto, consulente legale, del consorzio per il  pronto riscatto della New Mater che batte nettamente Sora e accede alle finali di inizio marzo che hanno sede da definire. Gli avversari oppongono poca resistenza agli uomini di Di Pinto che hanno espresso un gioco quadrato ed efficace e bloccando sul nascere le azioni avversarie.

Va detto che Sora non puo’ schierare Bratoev  restato a casa per un attacco febbrile e coach Gatto schiera Gemmi al suo posto in diagonale con Libraro. Di Pinto schiera il sestetto abituale.  I primi quattro punti della Bcc Nep portano la firma di Milushev poi ci pensano i contrattacchi di Salgado e Castellano a breakkare il parziale, 6-3. Appare lucida e determinata la squadra di Di Pinto che punge in battuta (6 ace al termine) e contiene bene gli attacchi avversari . Sul servizio di Castellano che sfrutta anche un ace c’è l’allungo decisivo del set con Rodriguez e Milushev che siglano un 5-0 di parziale che non ammette repliche, 18-12; non può nulla Sora contro un attacco che chiude al 69% ed il muro che tocca ogni pallone. C’è gloria anche per Cazzaniga che mandato in campo sul 24-16 sfodera il suo ennesimo ace che chiude il primo set, 25-16

Alla ripresa Castellana subito avanti 4-1 con l’ace di un ottimo Rodriguez ed il muro di Elia su Van Dijk sempre ben controllato dal muro/difesa gialloblù; arrivano però tre errori quasi di fila e Sora mette il naso avanti, 4-6, con Ricciardello che prende il posto di Castellano. La New Mater non si preoccupa più di tanto e riprende a macinare il proprio gioco. Proprio Ricciardello firma il pari ad 8 e poi due volte Rodriguez ottiene il nuovo break, 12-10. Sempre positivo il muro castellanese che ferma Van Dijk prima che Salgado e Ricciardello mandino le squadre alla sospensione del 16-13. tutto più facile al ritorno in campo con Falaschi che serve a dovere tutti i suoi attaccanti e Sora che non riesce a mettere palloni puliti a punto. E’ ancora il servizio il fondamentale protagonista della chiusura di set con Rodriguez che piazza il punto del 24-17 e la battuta sbagliata di van Dijk che regala il 2-0 ai pugliesi. Nel terzo parziale Sora prova a reagire ma resta in gara sino a che anche Libraro , ex sempre acclamato al Pala Grotte, molla dopo aver riceuto una botta sottorete. Proprio un errore del napoletano vanifica il vantaggio laziale , 11-11, con la Mater che scappa ancora con Rodriguez che blocca un pallonetto di Scappaticcio per il 13-11. Sono sempre i due bomardierei gialloblù ad incidere mella difesa avversaria con Milushev che attacca  il 20-16 . Van Dijk e Moretti provano ancora ad allungare la gara con due muri ma un grande Rodriguez tiene a distanza ogni velleità prima di chiudere col meritato ace la partita, 25-20.

La Puglia dunque festeggia l’accesso di ben due formazioni alla final four ed è la prima volta nella storia, per un traguardo che sembra ancora più vicino. (nella foto Pino Pote, Rodriguez supera il muro sorano)

BCC-NEP CASTELLANA GROTTE: Cazzaniga 1, Elia 8, Ricciardello 3, Falaschi 3, Castellano 4, Torre NE, Milushev 20, Rodriguez 18, Salgado 6, Maric NE, Giosa NE, Cicola (L). Rinaldi NE. All. Di Pinto

BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA: Buzzelli 0, Gemmi 7, Van Dijk 9, Scappaticcio 0, Gaetano NE, Scuderi 0, Libraro 8, Pagni 6, Moretti 6, Gatto (L). Non entrati , Rea, Pagni. All. Gatto.

 

© Riproduzione riservata 19 Gennaio 2012