aggiornato il 16/11/2012 alle 9:10 da

Rivoluzione in casa Castellana, si dimettono mister, ds e dg. Fortunato nuovo tecnico

mister_Mimmo_FortunatoCASTELLANA – Terremoto in un giorno. Giovedì scorso, infatti, mister Mangialardo ha rassegnato le dimissioni e la guida della squadra è stata affidata al tecnico della juniores Mimmo Fortunato. Oltre a Mangialardo hanno rassegnato le dimissioni anche il direttore sportivo  Oronzo Menolascina e il direttore generale Silvio Di Tullio. Dovrebbero abbandonare la squadra anche i giocatori portati dal gruppo barese: Angelillo, De Mola, De Tullio, Di Tullio, De Vito, De Tommaso e Nicola Pinto. Ma andiamo con ordine e cerchiamo di ricostruire i fatti. Dopo la sconfitta per 0-2 (Petaroscia e Carrassi in rete) contro la capolista Sudest di domenica scorsa in casa Castellana è stato periodo di riflessioni. Riflessioni che hanno portato a tante idee e ad una drastica decisione presa nella giornata di giovedì. I rapporti tra mister Mangialardo e parte del gruppo si erano un po’ incrinati dopo le sconfitte esterne e alcune decisioni del tecnico di non far giocare con continuità giocatori ritenuti importanti dalla società (Daddato su tutti). La società ha fatto quadrato e ha incontrato alcuni rappresentanti della cordata barese. La richiesta di questi ultimi è stata quella di rinforzare la squadra con nomi importanti nel mese di dicembre, richiesta rifiutata dal presidente Pellegrino che ha imposto si andasse avanti  con il gruppo attuale, i prodotti del vivaio castellanese e si cercasse di risparmiare qualcosa dai rimborsi dei giocatori più pagati che non stavano rendendo, arrivando anche a tagliare dalla rosa qualcuno che non stava rispettando le aspettative. Al gruppo proveniente da Bari questo non è andato bene. “Volevamo rilanciare le ambizioni, invece ci è stato imposto di ridimensionarle. Credevamo in un progetto ambizioso e avevamo portato anche parecchie risorse – ha dichiarato il ds Menolascina. Il presidente Pellegrino, però, ci ha detto che il periodo di crisi non permetteva un aumento del budget ma imponeva addirittura la diminuzione e questo non ci è andato bene. Non si credeva, poi, nelle qualità tecniche di mister Mangialardo, che per noi è un perno fondamentale del progetto. Ecco perche la decisione delle dimissioni in blocco”. Dall’altra parte, invece, la società fa sapere che non è la prima volta che si va incontro a delle differenze di vedute con un tecnico e, onde evitare di cambiare tutta la squadra, per il bene della società, è bene effettuare dei cambi a stagione in corso, anche dolorosi come quello della guida tecnica. La panchina è stata affidata a Mimmo Fortunato, già allenatore degli allievi campioni regionali e della juniores che l’anno scorso ha vinto il girone. Rimarrano, tra quelli che stavano giocando con più continuità, il portiere Ventrella, il difensore Frascati, i centrocampisti Gentile e Miccolis e le punte Laneve, Pinto e Daddato. Possibile un impiego più massiccio di Lorenzo Mancini, Morgese e Candeloro e si punterà a recuperare quanto prima il jolly Giannoccaro, reduce da un intervento al crociato. Intanto domenica difficile trasferta sul campo del Melphicta.

© Riproduzione riservata 16 Novembre 2012

Non ci sono commenti, di la tua qui sotto!


Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commento *
Nome
Email *
Sito web