aggiornato il 16/11/2012 alle 15:13 da

Mister 50 punti si racconta, ho scoperto il basket con Space Jam

Vanni_Laquintana_bluCASTELLANA – Il secondo successo interno consecutivo del Basket Castellana, il 94-71 inflitto sabato scorso all’Invicta Brindisi, porta la firma di Vanni Laquintana. Oltre la metà dei punti segnati dalla formazione castellanese, infatti, sono stati messi a segno dalla 21enne guardia monopolitana che ha suggellato la sua giornata di grazia siglando ben 50 punti. 8 tiri da 3 e un’ottima percentuale dal campo in una prestazione fantastica che ha infiammato il pubblico del Pala Grotte. “Entrava veramente di tutto – ha commentato Laquintana a Fax – il coach ci aveva caricato abbastanza e io volevo ripetere la buona prestazione fatta contro Lecce. Abbiamo avuto un atteggiamento diverso rispetto alle ultime giornate, volevamo vincere e l’abbiamo fatto”. Laquintana è stato autore di una prestazione super, che non è passata indifferente nell’ambiente della pallacanestro. “Ho ricevuto molti messaggi di stima tra cui quelli del mio amico Achille Polonara, che gioca in serie A a Varese che mi ha fatto particolarmente piacere. Sono contentissimo, poi, che al palazzetto fossero presenti la mia famiglia e la mia fidanzata. La vittoria e la mia prestazione è dedicata anche a loro”. Il gioiellino del Basket Castellana fa parte di una famiglia di cestisti. Il fratello Tommaso gioca a Bari in DNA e anche del fratellino di 10 anni si dice che sia un piccolo fenomeno. “Mio padre giocava a calcio, il primo a giocare a basket in famiglia sono stato io. Mi sono iscritto ai corsi di pallacanestro dopo aver visto il film “Space Jam” con Michael Jordan. Da lì è nata la passione della pallacanestro in famiglia. Il sogno è quello di giocare un giorno assieme a mio fratello”. Due parole, infine, sul Basket Castellana. “E’ una grande famiglia, tutti nei momenti difficili ti sono vicini e ti aiutano, non è come nelle altre società”. Curiosità: Laquintana ha tolto il record di punti realizzati proprio al suo coach Massimo Morè (che lo deteneva con 48 punti), che scherzando nel dopopartita gli ha detto: “Se avessi visto il tabellino ti avrei tolto prima di arrivare a 50”.

© Riproduzione riservata 16 Novembre 2012