aggiornato il 21/04/2013 alle 16:05 da

Il Castellana torna al successo, 2-1 alla Nuova Andria

Daddato_WEBCASTELLANA – Torna al successo dopo 14 giornate il Castellana Calcio. La formazione di Fortunato batte 2-1 la Nuova Andria alimentando le poche speranze salvezza nel girone A del campionato di Promozione. Serve ancora un miracolo ma con la voglia e l’abnegazione dimostrata questo pomeriggio sperare è ancora lecito.

Fa tutto il Castellana. Due rigori di Daddato decidono il match, un’autorete di Laudadio regala il momentaneo pareggio agli ospiti.

Senza lo squalificato Gentile e con Miccolis ancora infortunato Fortunato propone a centrocampo la coppia centrale Mancini-De Matteo con Antonicelli e Busto sugli esterni. In difesa out Cantalice, con Frascati gioca Candeloro in mezzo e Laudadio e Petruzzi sugli esterni. Davanti la coppia Pinto-Daddato.

Castellana subito pericoloso al 1’ con un calcio di punizione di De Matteo che Crisantemo devia sul palo. La palla finisce in angolo. Al quarto d’ora passano i padroni di casa. Fallo di Cassetta su Frascati e l’arbitro decreta la massima punizione. Daddato trasforma. Il Castellana prova ad amministrare ma al 27’ subisce il pareggio ospite. Traversone dalla destra e Laudadio, nel tentativo di spazzare, inganna e batte Ventrella. Pinto e Daddato si dannano avanti producendo tanto ma concludendo poco. Al 39’ proprio Pinto, al termine di un’azione personale, lascia partire un diagonale debole che Crisantemo blocca senza problemi.

Dopo 5’ nella ripresa in Castellana sfiora la nuova autorete. Calcio di punizione che Petruzzi devia di testa. La palla termina sulla traversa. Due minuti più tardi Busto incoccia dalla destra, il fendente termina di poco fuori.

11’ della ripresa. Il giovane Pinto va via sulla sinistra, Di Candia lo mette giù fallosamente. E’ ancora rigore per il Castellana. Daddato spiazza nuovamente Crisantemo.  Al 15’ giallo a Petruzzi per fallo di mani al limite dell’area. Il numero 3 castellanese, già ammonito, viene espulso.

Al 17’ della ripresa gran tiro di Lops che incrocia dalla sinistra. Palla di poco fuori. Al 19’ batti e ribatti area sugli sviluppi di un’azione insistita sulla sinistra. Ventrella è miracoloso su Laluce. Il Castellana nonostante l’inferiorità numerica tine il pallino del gioco e fa la partita a centrocampo.  Il tecnico andriese prova a rinforzare la linea offensiva inserendo Zingaro e Rizzi. Al 91’ ci prova Polichetti su punizione. Ventrella blocca. Ancora Ventrella bravo un minuto più tardi sulla conclusione da fuori di D’Ambrosio. La Nuova Andria si butta in avanti, De Matteo tenta di punirla dalla distanza, Crisantemo si rifugia in corner. Sugli sviluppi Cannone fallisce da pochi passi. Sarà l’ultima azione della gara. Il Castellana, finalmente, torna alla vittoria.

 

Castellana-Nuova Andria 2-1

(15’ Daddato rig. 27’ aut. Laudadio, 56’Daddato rig.)

 

Castellana: Ventrella, Laudadio (88’Grattagliano), Petruzzi, Mancini, Frascati, Candeloro, Busto, De Matteo, Pinto (80’Cannone), Daddato (85’Dell’Aera), Antonicelli.

A disp. Meuli, Dell’Aera, Sgobba, Orlando, Montanaro. All. Fortunato

Nuova Andria: Crisantemo, Colasuonno, Di Candia (79’Zingaro)., Laluce, Polichetti, Cassetta, Lomonte, D’Ambrosio, Piccinni (85’Rizzi), Lops, Albano

A disp: Mancino, Pasculli, Ziri, Storelli, Zagaria. All. Lorusso

Arbitro: Andreano di Foggia

Ammoniti: Cassetta, Polichetti (A)

Espulsi: Petruzzi (C) al 60’

© Riproduzione riservata 21 Aprile 2013