aggiornato il 08/05/2013 alle 10:23 da

Aggressione all’arbitro, pugno duro del Giudice Sportivo

juniores_CastellanaCASTELLANA – E’ arrivato questa mattina il comunicato del Giudice Sportivo dopo i fatti di Ostuni. Nella finalissima regionale di sabato scorso, ricordiamo, la formazione juniores del Castellana Calcio perdeva per 1-0, quando al 75’ l’arbitro, il signor Totaro di Lecce, aveva decretato la fine per l’aggressione subita da parte di un tesserato castellanese. Pesantissima la mano del Giudice Sportivo che ha sancito la sconfitta per 3-0 a tavolino e squalificato pesantemente tutti i coinvolti. Di seguito il testo del comunicato.

Il Giudice Sportivo esaminati gli atti ufficiali,

RILEVATO

– che al 20º del secondo tempo il sig. PETRUZZI Mario (Castellana), espulso per aver colpito un avversario con un calcio, colpiva l’arbitro con un violento pugno al volto che gli procurava forte dolore e momentaneo stordimento;
– che dopo l’aggressione il suddetto calciatore continuava a tenere condotta gravemente irriguardosa e minacciosa nei confronti dell’arbitro che veniva colpito nuovamente con due violenti schiaffi al collo e alla spalla;
– che a seguito di tale aggressione l’arbitro era costretto a decretare la sospensione definitiva della gara;
– che dopo la sospensione dell’incontro dal cancello d’ingresso entravano sul terreno di gioco alcuni sostenitori della società Castellana;
– che uno dei suddetti facinorosi si avvicinava all’arbitro colpendolo in pieno volto con uno sputo e tentando di colpirlo ripetutamente con pugni, senza riuscirvi per l’intervento di alcuni Dirigenti Federali giunti in soccorso del direttore di gara;
– che il calciatore n. 12 del Castellana MEULI Cosimo strattonava l’assistente dell’arbitro e lo colpiva ripetutamente con sputi, proferendo al suo indirizzo frasi gravemente irriguardose e minacciose e colpendo con violenti calci e pugni la porta del proprio spogliatoio;
– che il n. 6 della società Castellana CANDELORO Michele colpiva violentemente l’arbitro alla schiena con il pallone proferendo al suo indirizzo frasi gravemente irriguardose e minacciose;

DELIBERA

– di comminare a carico della società Castellana la punizione sportiva della perdita della gara con il risultato di 0-3 in favore della società Manduria;
– di comminare a carico della società Castellana la punizione sportiva della squalifica di campo per n. 1 gara a porte chiuse ed in campo neutro con effetto immediato;
– di comminare a carico della società Castellana l’ammenda di € 500,00;
– di squalificare il calciatore PETRUZZI Mario (Castellana) sino al 7 Maggio 2018 con preclusione definitiva;
– di squalificare il calciatore MEULI Cosimo (Castellana) sino a 7 Maggio 2014;
– di squalificare il calciatore CANDELORO Michele (Castellana) per n. 8 giornate effettive di gara;

SQUALIFICA FINO AL 31/10/2013
FORTUNATO CARMELO (ALLENATORE CASTELLANA)
Teneva comportamento gravemente irriguardoso e minaccioso nei confronti del direttore di gara ed a seguito dell’allontanamento dal terreno di gioco attendeva l’arbitro davanti agli spogliatoi con il resto della propria squadra continuando nella condotta citata. Pena così determinata in funzione del termine dei campionati.

© Riproduzione riservata 08 Maggio 2013

Non ci sono commenti, di la tua qui sotto!


Aggiungi un commento