aggiornato il 30/05/2013 alle 8:52 da

Il brasiliano Theo Lopes è il nuovo opposto della New Mater

theo_lopesCASTELLANA – In un mercato che stenta a decollare è la New Mater a piazzare il primo vero super colpo stagionale, ingaggiando l’opposto della nazionale carioca Theo Lopes, fresco campione di Brasile con il RJX di Rio de Janeiro. La firma del trentenne opposto nato a Brasilia è arrivata nella tarda serata di ieri sancendo la chiusura di una giornata frenetica al termine della quale la società gialloblu ha deciso di  rompere le attese, bypassando l’inerzia generale in cui la campagna acquisti ristagna in queste ore e fiondandosi sul campione brasiliano, il cui accordo (un anno più opzione per il rinnovo) è stato raggiunto in un batter di ciglio. Considerato fra i migliori attaccanti nel panorama mondiale e grande protagonista della stagione vincente di Rio de Janeiro, la carriera professionistica di Théo inizia nel 2002 nel Minas Tênis Clube, con cui gioca per due stagioni. Nelle quattro stagioni successive gioca due campionati (non consecutivi) con lo Sport Club Ulbra uno col Bento Vôlei ed uno con l’Esporte Clube Banespa. Nel 2008-09 viene ingaggiato dal Cimed Esporte Clube con cui vince la sua prima Superliga brasiliana. Nell’estate del 2009 esordisce nella nazionale brasiliana, vincendo la Grand Champions Cup in Giappone. Lì viene ingaggiato per le due stagioni successive dai nipponici del  Suntory Sunbirds, con cui si aggiudica una Coppa dell’Imperatore e disputa una finale della V.Premier League giapponese. Durante l’estate del 2010 vince prima la World League e poi il campionato mondiale a Roma, l’estate successiva è finalista alla World League e premiato come miglior attaccante. Vincitore del campionato sudamericano, si classifica al terzo posto alla Coppa del Mondo edizione 2011. Si compone così in gialloblu una diagonale di grande livello con la classe di Coscione pronta ad innescare il bomber brasiliano che si dichiara pronto ed entusiasta per quella che sarà la sua prima esperienza italiana.

© Riproduzione riservata 30 Maggio 2013