aggiornato il 11/03/2014 alle 12:25 da

Il prefetto Nunziante in visita a Conversano [VIDEO]

IMG-664 2IMG-664 1

CONVERSANO – “Fare squadra”: è questa l’indicazione arrivata dal prefetto di Bari, dott. Antonio Nunziante, che, stamattina, in sala consiliare, ha incontrato amministratori, scolaresche e cittadini. Fare squadra a tutti i livelli: istituzionale, con maggioranza e opposizione che devono mettere da parte le ideologie quando si tratta di questioni di bene comune, culturale, con le scuole che devono insegnare a vivere ai ragazzi e non solo prepararli all’università, e sociale, con i cittadini che devono parlare, segnalare, denunciare. Prima di salire a palazzo di città, il dott. Nunziante ha incontrato il vescovo, mons. Domenico Padovano, in curia. Da lì, a piedi, scortato da carabinieri e vigili urbani, ha raggiunto il municipio, dove lo attendeva il consiglio comunale e quello dei ragazzi. Ed è rispondendo alle domande di questi ultimi che Nunziante, prefetto di Bari dopo le esperienze in Sicilia, Emilia Romagna, Basilicata e Capitanata, ha detto: “non vi fate rubare la vostra genuinità, non perdete mai la speranza perché nulla è impossibile se ci credete”. “La palla al piede del Sud è l’individualismo esasperante” ha ammesso Nunziante, aggiungendo, però, che “la più grande qualità dei meridionali è di avere ancora dei valori”. “Sostanzialmente – ha concluso –è una popolazione sana, ci sono alcune frange che stiamo attenzionando però la mafia è tutta un’altra cosa”.

© Riproduzione riservata 11 Marzo 2014