aggiornato il 25/01/2013 alle 15:39 da

Marcia della pace ACR, domenica a Conversano

MARCIA_DELLA_PACECONVERSANO – Come da tradizione l’Azione Cattolica dei Ragazzi della diocesi di Conversano-Monopoli ribadisce il suo desiderio di pace. A gridarlo alla società civile tutti gli iscritti alla più antica associazione laicale italiana nell’ultima domenica del mese dedicato alla pace, il 27 gennaio, durante la “Marcia della Pace” che torna dopo undici anni aConversano, sede vescovile della diocesi. Qui sono attesi circa 1.500 bambini, che si riverseranno da undici comuni della diocesi per le strade della città, per ribadire il bisogno avvertito dalle nuove generazioni di pace e fraternità.  Il mese della Pace rappresenta, infatti, per i ragazzi l’occasione di fermarsi a guardare e a riflettere sul mondo che li circonda, sugli altri che condividono con noi l’essere figli di Dio.  L’attenzione quest’anno è rivolta ai bambini di strada (street-children) vittime di abusi, e di una forte mancanza di gesti d’affetto, nella città di Alessandria d’Egitto, in collaborazione con la comunità dei Gesuiti che da 10 anni ha preso a cuore questa realtà coinvolgendo i più piccoli in attività teatrali con finalità pedagogiche, con l’obiettivo di farli sentire protagonisti della loro vita. E proprio il Teatro e lo Spettacolo sono i fili conduttori che stanno accompagnando i piccoli aderenti all’Acr in quest’anno associativo.  Lo slogan che quest’anno trascinerà la manifestazione è “Dai Luce alla Pace”. All’interno del cammino di Acr i bambini e i ragazzi sono chiamati a dare luce alla pace, ad illuminare nel modo giusto quelle situazioni che raccontano di pace, di solidarietà, d’amore, di fratellanza autentica. Sono chiamati ad illuminare quelle scene che troppo spesso rimangono nel buio dell’indifferenza, dell’abitudine, del pietismo.  I bambini e i ragazzi allora e, tramite loro, i giovani e gli adulti domenica prossima diventeranno anche loro luci di pace dimostrando attraverso una carovana colorata e festante che si possono trasformare in veri e propri “riflettori” capaci di fare luce, di illuminare con amore le povertà dell’altro e grazie a questo saper guardare con più amore le proprie povertà e i propri limiti.  L’appuntamento per domenica 27 per tutti i piccoli acierrini della diocesi di Conversano-Monopoli è alle 8,30 nella Basilica Cattedrale, recentemente tornata al suo antico splendore dopo un restauro durato cinque anni. L’apertura della mattinata è dedicata al saluto delle autorità, il Vescovo della diocesi di Conversano-Monopoli, Mons. Domenico Padovano, e il sindaco di Conversano, Giuseppe Lovascio. A seguire alle 9,45 si terrà la celebrazione al termine della quale partirà il corteo pacifico animato dagli educatori della zona pastorale di Conversano. La marcia attraverserà il cuore del centro storico cittadino e le principali direttrici commerciali per raggiungere il palazzetto Pineta dove la manifestazione si concluderà con un momento di festa. 

© Riproduzione riservata 25 Gennaio 2013