aggiornato il 24/05/2013 alle 10:54 da

Il Torrione di via Dante dichiarato bene di interesse culturale

torrioneCONVERSANO – Il torrione è diventato “bene di interesse culturale”. A decretarlo una dichiarazione della Soprintendenza per i beni architettonici e paesaggistici riconosciuta con DDR del 16 aprile. Da adesso in poi, quindi, il torrione di corso Dante è assoggettato a vincolo di tutela e nei giorni scorsi questa decisione è stata comunicata all’amministrazione per consentirle “di adottare, da ora e per il futuro le risoluzioni più idonee per la tutela del bene vincolato in sede di approvazione della normativa urbanistica, di specifica competenza comunale”. L’edificio, si legge, “appartiene alla cinta muraria quattrocentesca edificata a difesa del primo borgo extra-moenia, il Casalvecchio”. Il documento continua descrivendo l’immobile “circondato attualmente da corpi di fabbrica evidentemente più recenti, caratterizzato da una compatta volumetria con il parametro murario in bolognini di pietra calcarea disposti in file regolari concluso da un coronamento a beccatelli.” La relazione si conclude così: “per quanto sopra esposto si ritiene necessario che il torrione sito in via Dante n. 42, esempio di architettura militare quattrocentesca e testimonianza dell’evoluzione storico-urbanistica della città di Conversano, sia sottoposto a vincolo ai sensi del D.Lgs. 42/04”.

© Riproduzione riservata 24 Maggio 2013