aggiornato il 06/06/2013 alle 8:28 da

Un anno fa il crollo di via Zingari, oggi il ricordo delle tre vittime

la_famiglia_vittoCONVERSANO – Chi era in città la mattina del 7 giugno del 2012 non dimenticherà mai quel boato forte, quel rumore assordante che ha cambiato per sempre il volto del quartiere di Casalnuovo. In quella fatale mattina sotto un cielo terso esplose una palazzina di via Zingari, per cause che, a un anno di distanza, sono ancora oscure, e con essa furono spazzate via tre giovani vite. Bernardo Vitto, la moglie Welmoed e il loro bimbo di appena 18 mesi Giannangelo, giunti da pochi giorni in Italia dall’Olanda per una visita alla famiglia di Bernardo, originaria di Conversano. La palazzina si disintegrò e con essa si aprì una ferita sul quartiere di Casalnuovo che è ancora visibile come un buco nero aperto sullo sconforto, sulla frustrazione e sull’incredulità di quei momenti. Oggi, in via Lorusso, angolo calata Signorella, alle ore 19,30, partono le iniziative per ricordare insieme i giovani innamorati Bernardo e Welmoed e il frutto del loro amore, il piccolo Gianni Angelo. Dopo l’omaggio floreale, alle 20 don Angelo Fanelli celebrerà una santa messa, al termine della quale, alle ore 20,30, sarà proiettato un video su alcune note musicali. Domenica pomeriggio, invece, a partire dalle ore 15, sul parquet del PalaSanGiacomo, si terrà la prima edizione del torneo “Per non dimenticare”, organizzato da Natalino Panarelli.

© Riproduzione riservata 06 Giugno 2013

Non ci sono commenti, di la tua qui sotto!


Aggiungi un commento