aggiornato il 13/06/2013 alle 16:34 da

Via Tre Pergole, un quartiere abbandonato e stanco solo di promesse

Via_don_Bosco_029CONVERSANO – Il movimento politico Cittadini Protagonisti Conversano è intervenuto, tramite i suoi rappresentanti, nel quartiere ex macello e segnatamente nella  zona ricompresa tra via Tre Pergole, via San Giovanni Bosco e la piazzetta Don Tonino Bello. Le ragioni,  per cui moltissimi cittadini hanno chiesto attenzione sono riconducibili allo stato di degrado e abbandono in cui versa piazza Don Tonino Bello, via Tre Pergole  e via San Giovanni Bosco. Quest’ultima strada si presenta in pessimo stato di manutenzione e con un serio pericolo per la circolazione atteso che, all’altezza del civico 63/A, nonostante diverse segnalazioni fatte da cittadini, ai vigili e all’ufficio tecnico, il manto stradale persiste nel rimanere avvallato per lavori mal fatti e con un tombino in  dislivello che crea seri  problemi e pericolo continuo agli utenti in transito oltre a esporre l’ente comunale a richieste di risarcimenti atteso che sino a oggi nessuno è intervenuto. Ulteriormente, la strada è scarsamente illuminata e priva di strisce pedonali nonostante esistano ben due fermate di scuolabus prive di qualsivoglia segnaletica e messa in sicurezza per le persone. La piazzetta Don Tonino Bello si presenta in uno stato di abbandono e di sporcizia che rasenta l’indecenza ed è inspiegabile perché nessuno interviene per la pulizia creando così anche profili di problemi igienico-sanitari visto il proliferare di insetti, ratti e altri nocivi. La fontana pubblica ivi esistente è stata disattivata senza una ragione e il campetto risulta chiuso e non disponibile, mentre i ragazzi con grave rischio per la persona sono destinati a giocare in strada. Nella piazzetta, poi, tutte le piante sono in assoluto stato di abbandono e prive di manutenzione da tempo con erbacce e rami sporgenti sotto i quali, a dire degli abitanti, ormai succede di tutto ivi compreso atti osceni  e contrari alla pubblica decenza. Nella circostanza, i rappresentanti politici intervenuti sono stati invitati a prendere coscienza di un’altra emergenza esistente in zona e che riguarda un’area non in sicurezza, ove giorni or sono, si è sviluppato per l’incuria e l’abbandono anche di rifiuti speciali pericolosi, un vasto incendio nel corso del quale alcune famiglie per un tempo limitato hanno lasciato le loro case, mentre  alcuni suppellettili e arredi hanno riportato danni. Tale area presenta diversi pericoli e insidie oltre ad avere al suo interno una cisterna molto pericolosa poichè non cautelata. A distanza di giorni dall’incendio, anche in questo caso nessuno è intervenuto per la messa in sicurezza, mentre, di contro, i ragazzi del quartiere per varie ragioni, generalmente di gioco, si avventurano in detta area. Il movimento politico Cittadini Protagonisti Conversano assicura, infine, che segnalerà detti fatti con separata nota a tutti gli uffici e le autorità competenti.

© Riproduzione riservata 13 Giugno 2013