aggiornato il 11/06/2015 alle 18:05 da

I cerasicoltori chiedono un tavolo di confronto col presidente Emiliano

CONVERSANO – Le associazioni di categoria, dando seguito al comunicato di protesta del 5 giugno scorso, constatato che ormai le ciliegie Ferrovia stanno subendo un deprezzamento continuo fino agli 80 centesimi al chilo della giornata di ieri, mercoledì 10 giugno, che tutti i sacrifici di lavoro ed economici sopportati dagli agricoltori non hanno sortito i risultati sperati, che tutte le spese sostenute per ottenere le certificazioni di qualità tanto richieste dal mercato si sono rivelate inutili e che con i prezzi attuali non c’è più certezza del reddito, chiedono un tavolo di confronto immediato al Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano e al sindaco della Città Metropolitana Antonio De Caro, per denunciare la stortura dei prezzi delle ciliegie riconosciuti ai produttori non giustificati dai successivi prezzi al dettaglio per i consumatori.

 

Ciliegie Ferrovia

© Riproduzione riservata 11 Giugno 2015