aggiornato il 17/05/2022 alle 16:52 da

Si innamora online, perde 4mila euro

I carabinieri continuano la propria attività di prevenzione sul fronte delle truffe online e offline. Ed in particolare puntano ad informare gli anziani sui pericoli e sulle insidie che si possono nascondere dietro personaggi che entrano all’improvviso nella loro vita. A dire il vero, i dati delle denunce dicono chiaramente che negli ultimi mesi a cadere nelle mani dei truffatori sono stati praticamente uomini e donne di ogni generazione. Specialmente quando la truffa corre sul web, dove non sempre si prosciugano conti correnti e carte di credito rubando le password di accesso. C’è anche un modo, se vogliamo, più subdolo per truffare. Nell’articolo pubblicato sul numero di Fax di sabato scorso, si parla della “truffa sentimentale” di cui è stata vittima una cinquantenne conversanese, di origini turesi. La signora qualche tempo fa ha accettato la richiesta di amicizia su Facebook di un uomo più giovane di lei. I due, dopo essersi conosciuti online, hanno iniziato a sentirsi, prima via chat e poi telefonicamente. Da cosa nasce cosa ed in poche settimane è sbocciato l’amore. Lui, un uomo di nazionalità francese diceva alla conversanese di vivere a Parigi, ma che presto l’avrebbe raggiunta in Puglia per conoscerla finalmente di persona. E così un giorno l’uomo che, ormai poteva contare su un legame sentimentale con la signora, ha annunciato la sua partenza per la Puglia. Tutto sembrava andare per il verso giusto fino a quando la donna non ha ricevuto una telefonata dal parigino che annunciava problemi in aeroporto. Pare fosse stato derubato. “Amore, mi servono mille euro. Non appena ci vediamo te li restituisco”. E così da Conversano è partito un bonifico su una carta prepagata dell’uomo. Dopo qualche ora, tuttavia le cose si sono complicate e pare che a seguito del furto i conti del francese fossero stati bloccati. E via altri mille euro. L’amore cieco, si sa. Ma raggiunta la cifra di 4mila euro bonificati sulla carta prepagata dell’uomo, alla signora è tornata immediatamente la vista. Ed ha iniziato a sospettare che il suo fidanzato stesse inventando degli impedimenti con il solo fine di ricevere bonifici. E così, all’ennesima richiesta di soldi, la donna ha chiuso i rubinetti ed ha aperto la porta della caserma dei carabinieri per denunciare la truffa “sentimentale”. Da lì sono partite le indagini per identificare l’intestatario del numero di telefono dal quale la signora riceveva i messaggi. Un numero pare intestato ad un extracomunitario irreperibile. A quel punto sono state messe in discussione tutte le certezze della donna. A cominciare dal fatto che l’uomo fosse di Parigi. Sarà difficile recuperare la somma versata, le indagini sulle truffe online sono spesso molto complesse e portano a triangolazioni internazionali dalle quali spesso non si riesce ad ottenere nulla.

© Riproduzione riservata 17 Maggio 2022

Non ci sono commenti, di la tua qui sotto!


Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commento *
Nome
Email *
Sito web