aggiornato il 08/06/2011 alle 15:34 da

Tempesta di ghiaccio: sette feriti a Conversano, rientrato l’allarme per i dispersi in mare [foto gallery/video]

grandinata3CONVERSANO –  Ore 20.30 – E’ rientrata l’emergenza per i sei turisti colti dall’improvviso peggioramento delle condizioni meteorologiche, dati per dispersi nel pomeriggio di mercoledì nelle acque antistanti Polignano a Mare. In due distinte segnalazioni è stata allertata la Sala Operativa dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Monopoli che ha subito disposto l’uscita in mare della motovedetta SAR CP 887 per le operazioni di soccorso. In poco tempo il personale della Sala Operativa è riuscito a contattare il conduttore dell’imbarcazione da noleggio che ha comunicato di essersi riparato presso la grotta Palazzese con gli occupanti in ottime condizioni di salute. Al miglioramento delle condizioni meteo- marine, l’imbarcazione si è diretta ed ha ormeggiato presso cala Ponte a Polignano a Mare. La dipendente SAR in perlustrazione verso Polignano a Mare, ha intercettato e prestato assistenza ad un gommone con una persona a bordo, in difficoltà per le forti raffiche di vento e del mare molto mosso. Contestualmente i militari del locale Circomare hanno accertato che gli atleti del Circolo Canottieri Pro Monopoli, in allenamento nel bacino portuale, rientrassero incolumi. 19.00 – Si aggrava il bilancio della violente bufera di grandine abbattutasi questo pomeriggio tra Conversano e Polignano. Il bilancio provvisorio è di sette persone ferite perchè colpite da chicchi di ghiaccio grandi quanto noci. Due persone sarebbero disperse al largo di Monopoli, ma al momento sono in corso verifiche da parte della Capitaneria di Porto. 15.45 – Alle 15,30 su Conversano si abbatte una bufera senza precedenti di vento e grandine. Il territorio cittadino si trasforma in un campo di battaglia, il forte vento e soprattutto la grandine distruggono auto e gli esterni delle abitazioni. Sono in corso i sopralluoghi dei vigili del fuoco per mettere in sicurezza cornicioni pericolanti e finestre frantumate. Incalcolabili i danni. Ulteriori approfondimenti nelle prossime ore su questo portale.

© Riproduzione riservata 08 Giugno 2011