aggiornato il 13/01/2012 alle 17:36 da

Il commosso addio alla professoressa Fantasia

funerale_fantasia

CONVERSANO – “Te ne sei andata in silenzio come un soffio di vento, ma qui lasci legami affettivi fortissimi con la tua famiglia, i tuoi amici, la scuola. Vincoli che hai saputo costruire e saldare con la forza della tua grande passione”. Questo uno dei passaggi del discorso del presidente della Provincia di Bari Francesco Schittulli in ricordo della professoressa Anna Maria Fantasia, nel corso della cerimonia religiosa nella chiesa dei Paolotti. Schittulli ha rievocato l’amicizia fraterna dei rispettivi padri, il compianto professor Fantasia e quello dell’oncologo barese. E poi l’emozionante intervento del direttore del Tg Norba, Enzo Magistà, che ha ricordato la scuola di vita e di formazione umana e culturale che è stata casa Fantasia rimarcando la figura chiave di Anna Maria e del suo intenso rapporto col padre. Una donna perennemente dietro le quinte, ha ricordato Magistà, eppure sempre così decisiva, determinata, saggia e sensibile nei ruoli di moglie e madre. A sottolineare l’impegno e il solco profondo lasciato nel mondo della scuola i pensieri toccanti di un’alunna della scuola media Carelli di Conversano. “Grazie prof per averci fatto capire che quando davvero desideri qualcosa e hai forza e coraggio, alla fine la ottieni…”. A chiudere l’intervento del sindaco di Conversano, Giuseppe Lovascio: “questo è il lutto di un’intera città”, ha detto ai presenti che gremivano fuori e dentro la chiesa. Folta la rappresentanza di autorità politiche e istituzionali ai funerali e nel corso della veglia funebre alla camera ardente nella chiesa di San Cosma. In tarda mattinata sono arrivati il governatore di Puglia Nichi Vendola accompagnato dal presidente del consiglio regionale pugliese Onofrio Introna che si sono trattenuti a lungo a rincuorare l’ingegner Luca Montrone e i figlioli Marco e Simonetta. A seguire sono arrivati anche per l’ultimo saluto l’onorevole Raffaele Fitto, già ministro per gli affari regionali, l’onorevole Giovanni Procacci, l’ex presidente regionale Giovanni Copertino e l’ex prefetto di Bari Carlo Schilardi. Poi ai funerali una schiera di parlamentari pugliesi: Nicola Latorre, vice capogruppo dei senatori del Pd, il collega Francesco Boccia, Luigi D’Ambrosio Lettieri e Simeone Di Cagno Abbrescia del Pdl. I consiglieri regionali Rocco Palese, Michele Boccardi, Massimo Cassano, Tato Greco. E ancora, il presidente della provincia di Brindisi, Massimo Ferrarese, il sindaco di Taranto, Ippazio Stefano. Per la magistratura il presidente del tribunale di Bari Vito Savino.  In rappresentanza del comune di Bari l’assessore Gianluca Paparesta e il consigliere Filippo Melchiorre. C’erano anche i fratelli Matarrese, il presidente del Bari calcio Vincenzo e il fratello Antonio, già presidente della Lega calcio. Per il mondo economico il presidente della Banca Popolare di Bari Marco Jacobini e Domenico Debartolomeo della Debar. Per il mondo accademico il professor Giovanni Girone, già magnifico rettore dell’università degli studi di Bari. Per il mondo militare il comandante della terza regione aerea di Bari Vitantonio Cormio.

© Riproduzione riservata 13 Gennaio 2012

Non ci sono commenti, di la tua qui sotto!


Aggiungi un commento