aggiornato il 11/05/2012 alle 17:44 da

Aree adibite a discariche abusive in contrada Martucci [video]

DSC_2509

CONVERSANO – Ieri pomeriggio i carabinieri del Nucleo Operativo Ecologico di Bari, sotto la direzione della Procura della Repubblica di Bari, hanno sottoposto a sequestro penale 6 aree adibite a discariche non autorizzate di rifiuti di diversa tipologia nei Comuni di Mola di Bari, dove esistono 3 siti, di Acquaviva delle Fonti, di  Conversano e di Triggiano.I risultati dell’attività investigativa fatta dai militari del Noe hanno consentito alla Procura della Repubblica di emettere il decreto penale di sequestro eseguito nei confronti della società Lombardi Ecologia, ritenuta responsabile della violazione di cui all’art. 256 D. Lgs 152/2006 (gestione illecita rifiuti) per aver realizzato, mediante interramento, discariche abusive di rifiuti.

L’azione investigativa da parte del Noe è stata avviata nel marzo 2012, a seguito della clamorosa azione dimostrativa ripresa dalle telecamere di faxonline che lo immortalarono mentre dissotterrava rifiuti in contrada Martucci con un escavatore della Lombardi Ecologia.Il provvedimento di sequestro cautelare è risultato necessario per poter individuare l’effettiva natura di quanto interrato e la sussistenza di un eventuale danno ambientale, attraverso l’effettuazione di carotaggi e di analisi per accertare la sussistenza del pericolo di inquinamento delle falde acquifere. Tali accertamenti saranno effettuati con l’ausilio di tecnici dell’ARPA Puglia. Saranno, infine, accertate eventuali responsabilità relative alla omessa bonifica dei siti utilizzati come discarica negli anni passati.

© Riproduzione riservata 11 Maggio 2012