aggiornato il 23/09/2012 alle 14:01 da

Manifestazione di solidarietà al Prof arrestato

SOLIDARIETA_PROFESSORE_2

CONVERSANO – Aggiornamento 23 settembre: Una manifestazione di solidarietà è stata organizzata, ieri, dagli ex studenti e da alcuni conoscenti del professore del liceo scientifico di Conversano, arrestato, nei giorni scorsi, con l’accusa di presunte molestie sessuali nei confronti di alcune liceali. Gli ex allievi del professore, tuttora agli arresti domiciliari, non credono alle accuse infamanti delle studentesse che sarebbero state indotte a frequentare corsi di recupero e a subire molestie sessuali con baci e palpeggiamenti in diverse parti del corpo.
Per testimoniare la loro solidarietà, i manifestanti si sono riuniti nei pressi della casa del professore accusato di violenza aggravata e continuata e tentata concussione.

 

 

com.stampa_carabinieriAggiornamento 20 settembre ore 19.15: La Sala Stampa del Comando Provinciale dei carabinieri di Bari, a proposito dell’’arresto del docente del liceo scientifico di Conversano, avvenuto ieri mattina, ha diffuso il seguente comunicato:

Abusando del suo ruolo di insegnante in una scuola superiore di Conversano avrebbe indotto alcune alunne a frequentare lezioni private nell’’istituto e presso la sua abitazione per poi molestarle con palpeggiamenti e baci in più parti del corpo. Abusando dei suoi poteri avrebbe minacciato una delle ragazzine costringendola a riprendere le ripetizioni da lei interrotte. In caso contrario la vittima avrebbe perso l’anno scolastico riportando un debito nella sua materia. I Carabinieri della Stazione di Conversano, coordinati della Procura della Repubblica di Bari, grazie anche alle dichiarazioni delle alunne che hanno trovato la forza di denunciare gli abusi, hanno arrestato un insegnante 53enne incensurato del luogo in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari emessa dal GIP del Tribunale di Bari, su richiesta della locale Procura della Repubblica. L’uomo è ritenuto responsabile di violenza sessuale aggravata e continuata e tentata concussione. Le indagini hanno evidenziato che l’insegnante, nel periodo compreso tra il 2007 ed il giugno 2012, avrebbe molestato quattro sue alunne, tutte minorenni e frequentanti lo stesso istituto scolastico. Tratto in arresto il 53enne, su disposizione della Procura della Repubblica di Bari è stato associato presso la sua abitazione in regime di arresti domiciliari.

carabinieri-col


Aggiornamento 20 settembre ore 12.00
: E’ agli arresti domiciliari, nella sua abitazione, il prof del Liceo scientifico di Conversano, arrestato ieri mattina dai carabinieri della locale stazione, su mandato della Procura della Repubblica di Bari, con l’accusa di presunte molestie sessuali.

Le indagini sono state avviate solo a giugno scorso e non nei precedenti anni scolastici, come da noi erroneamente riportato. A farle scattare sarebbe stata la denuncia di una studentessa che, pare, sia stata bocciata. I fatti contenuti nell’esposto all’autorità giudiziaria sarebbero stati confermati dalle confidenze di altre studentesse che frequentavano la stessa classe.

Aggiornamento 20 settembre ore 8.15: Ieri mattina, le forze dell’ordine si sono presentate al Liceo Scientifico “Sante Simone” per trarre in arresto un docente accusato di presunti abusi sessuali ai danni di una studentessa. Stando alle indiscrezioni, l’arresto sarebbe il frutto di un’intensa attività investigativa, che avrebbe osservato il comportamento del docente nei precedenti anni scolastici consentendo di ricostruire le dinamiche delle molestie fino a far scattare le manette.

 

© Riproduzione riservata 23 Settembre 2012