aggiornato il 16/09/2013 alle 9:41 da

Sparatoria, arrestato uno dei latitanti

wt-DSC 0095CONVERSANO – Aggiornamento ore 12.40 – comunicato stampa ufficiale dei Carabinieri: I Carabinieri della Compagnia di Monopoli hanno arrestato Rocco Panarelli, 42enne di Conversano, noto alle forze dell’ordine, in esecuzione di un decreto di fermo d’indiziato di delitto emesso dalla Procura della Repubblica di Bari, con le accuse di tentato omicidio in concorso.
A mezzogiorno dello scorso 31 agosto, in pieno centro a Conversano, nei pressi del Castello, alcuni individui, armati di pistola, hanno esploso diversi colpi di pistola, alcuni dei quali hanno attinto, all’addome e alla gamba sinistra, Nicola Antonio La Selva, sorvegliato speciale 49enne del luogo. L’uomo, tempestivamente soccorso da personale del 118, è stato poi accompagnato presso l’ospedale di Monopoli, fuori pericolo di vita.  
Le indagini avviate dai carabinieri della Compagnia di Monopoli, con l’aiuto della Sezione Investigazioni Scientifiche del Reparto Operativo di Bari, hanno permesso in breve tempo l’identificazione del 42enne quale uno degli autori dell’agguato, resosi irreperibile da allora ed intercettato sabato sera da alcuni militari all’interno di un ristorante di Fasano.
L’arresto dell’uomo è stato particolarmente delicato, atteso che a quell’ora il locale era affollato. È stato pertanto necessario dapprima circondare l’edificio e poi evacuarlo. Solo allora è stato possibile procedere alla cattura del ricercato.  
Il 42enne è stato poi associato presso la Casa Circondariale di Brindisi.
Sono tuttora in corso indagini volte all’identificazione dei complici.

I carabinieri hanno arrestato nella notte tra sabato e domenica scorsa R.P., classe 1971, ritenuto uno dei responsabili della sparatoria nella quale lo scorso 31 agosto è rimasto seriamente ferito il pregiudicato Nicola La Selva. La notizia, che non trova ancora riscontri ufficiali, premierebbe l’enorme sforzo investigativo messo in campo dall’Arma dei Carabinieri che ha assicurato alla giustizia R.P. intercettandolo in un noto locale della Selva di Fasano mentre era a cena con la sua compagna. Le manette sono scattate ai polsi dell’uomo che, tra l’altro, è una vecchia conoscenza delle forze dell’ordine. La sua compagna sarebbe stata denunciata per favoreggiamento

© Riproduzione riservata 16 Settembre 2013

Non ci sono commenti, di la tua qui sotto!


Aggiungi un commento