aggiornato il 11/11/2010 alle 15:45 da

Tiziana Schiavarelli alla Casa delle Arti

CONVERSANO – io-la-seconda-figliaE’ il fiore all’occhiello del cartellone della “Casa delle Arti” e non potrà che rappresentare il modo migliore per gustarsi un’artista versatile, fino ad oggi conosciuta più che altro per la fortunata sit-com “Catene” ma che ha molto, molto, di più da raccontare. Dopo il grande consenso di pubblico ottenuto in libreria e a Bari, al teatro dell’Anonima, Tiziana Schiavarelli sarà ospite presso la “Casa Delle Arti” il 26 novembre 2010 con il suo monologo ” Io, la seconda figlia”, tratto dall’omonimo racconto autobigrafico pubblicato dalla casa editrice Gelsorosso. L’allestimento, tra video proiezioni e musica – a sottilineare il periodo storico vissuto dalla protagonista -ruota intorno alla riflessione sul percorso di vita di una donna, rivisto in chiave ironica e giocosa. Dall’infanzia di bambina particolarmente vivace, all’adolescenza, con le prime ribellioni e i primi amori, passando per la militanza politica e le sue prime esperienza ” trasgressive “, fino ad arrivare ad essere moglie, madre, donna e artista, fuori da ogni stereotipo femminile. Una donna, consapevole architetto degli spazi della sua anima e del suo intimo, per questo disposta a pagare il prezzo di una vita non omologata, mettendosi anche di spigolo contro a un mondo che la destina ad un ruolo da millenni costituito. non è una competizione con il maschio dominante, che anche si sente teneramente amico, ma la voglia di far valere la propria personalità come ricchezza interiore. Per informazioni e biglietti è possibile rivolgersi al seguente numero telefonico: 080/2376965. Oppure, visitando il sito internet www.casadellearti.it .

© Riproduzione riservata 11 Novembre 2010