aggiornato il 07/09/2011 alle 14:30 da

Tennistavolo, parla il presidente Ninni Cavallo

CONVERSANO – SDC14487Continua a tenere banco il caso Motolese-Abbaticchio-Messa in casa Team Pugliavventura. Il trio che ha regalato la promozione in serie C1 alla compagine del presidente Ninni Cavallo ha deciso di accasarsi a Matera. Una decisione inaspettata per i sostenitori del tennistavolo conversanese che ha piegato le gambe ai vertici societari del Pugliavventura. Il terzetto ha comunicato la propria scelta alla vigilia di Ferragosto, lasciando al presidente Cavallo e a tutta la dirigenza pochissimo tempo per allestire il gruppo che disputerà la C1 da matricola. Sulla questione abbiamo ascoltato il parere dello stesso presidente del Team Pugliavventura che in queste ore è impegnato nella pianificazione della stagione che sta per partire. Presidente Cavallo, cosa è successo?Non è successo nulla di particolare. Semplicemente Motolese, Abbaticchio e Messa hanno deciso di accettare l’offerta del Matera. Noi avevamo fatto la nostra offerta per la prossima stagione ed eravamo quasi d’accordo su tutto. Poi si sono inseriti i lucani che hanno offerto più del doppio rispetto a noi. Alla fine hanno preferito accasarsi a Matera dove disputeranno il campionato di serie C2 con compagini della Campania”. E ora, quale sarà il futuro del Team Pugliavventura? Disputeremo il campionato di serie C1, ovviamente con obiettivi diversi rispetto a quelle che erano le ambizioni iniziali. La squadra sarà composta dai vari Paolo Lorusso, Matteo Trovisi, Francesco Mangini, Mimmo Scisci, ai quali si potrebbero aggiungere delle new entry negli ultimi giorni prima del via ufficiale della stagione”. A questo punto, cosa dobbiamo aspettarci dal prossimo campionato del Team Pugliavventura?Dopo due campionato da assoluti protagonisti, credo che quest’anno dovremo lottare molto per ottenere dei risultati positivi. Partiamo senza grosse aspettative con la consapevolezza che anche altre società stanno affrontando momenti di difficoltà. Nelle ultime ore, per esempio, il Barletta ha rinunciato all’iscrizione al campionato. Sarà un anno difficile, sicuramente, ma la speranza è sempre quella di riuscire a fare bene” .Il progetto giovani, invece, a che punto è? Le ultime vicende hanno fatto accrescere in me la voglia di investire sui giovani. Quest’anno sarà un anno fondamentale in tal senso perché vogliamo che questo progetto inizi a dare i suoi frutti. Il nostro obiettivo è quello di riportare a Conversano tutti quei giovani che per vari motivi sono costretti ad andare ad allenarsi presso le strutture dei paesi limitrofi. Per questo vorremmo allestire altri tavoli da tennistavolo in altre aree del Pala San Giacomo”.

© Riproduzione riservata 07 Settembre 2011